ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in verticale, gira il tuo tablet/smartphone.

ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in orizzontale, gira il tuo tablet/smartphone.

In questo articolo, specializzato per il mondo dei negozi, parliamo di:

Buona lettura!

Ci sono vetrine capaci di attirare la nostra attenzione come se avessero un potere magnetico e altre invece che passano totalmente inosservate. Come mai?

Ti sei mai chiesto, quali sono gli elementi per allestire una vetrina di abbigliamento capace di attirare i tuoi clienti target?

In questo articolo voglio spiegarti qual è questo “ingrediente”, capace di rendere la tua vetrina magnetica.

Per prima cosa bisogna considerare che con la vetrina comunichi con il tuo cliente attraverso la parte visiva, quindi colori, immagini ecc. E che nel settore dell’abbigliamento comunichi moda e tendenza, facendo leva sulle emozioni del cliente.

Per questo motivo è importante che tu conosca molto bene:

  • chi è il tuo target di clienti.
  • quali sono i suoi gusti e le sue esigenze in fatto di “moda”.

Solo in questo modo potrai proporre i tuoi capi rispondendo alle sue necessità che vanno ben al di là del semplice “coprirsi”.

 

Quindi l’ingrediente per allestire le vetrine di abbigliamento è…

rispondere ai gusti, alle esigenze o alle problematiche del tuo cliente-target.

Solo così potrai costruire outfit che il tuo cliente desidera indossare.

Fai ben attenzione perché il suo desiderio di acquisto aumenterà tanto più tu risponderai alle sue esigenze conoscendo i suoi gusti e proponendo i tuoi capi.

Casa vuol dire?

Vuol dire che in base ai gusti e alle esigenze del tuo target cambieranno le tue proposte di abbigliamento.

Sei d’accordo anche tu, che se il tuo target sono donne dalle linee curvy, avranno esigenze diverse rispetto alle esigenze che possono avere teen agers o uomini d’affari.

Questo è un esempio estremizzato ma il target va ben oltre alla classica differenza tra uomo o donna.
Per questo puoi leggere l’articolo che ti aiuta a selezionare il Target del tuo negozio.

 

I 3 ELEMENTI PER COMUNICARE IL GIUSTO MESSAGGIO

Se ti stai chiedendo come allestire una vetrina di abbigliamento comunicando il messaggio giusto allora dovrai fare attenzione a questi 3 elementi:

  1. Il tipo di manichini
  2. L’outfit
  3. La scenografia

Ti è mai capitato passeggiando per le vie di dire tra te e te,

“Quel negozi è dei cinesi…” semplicemente osservando la vetrina?

Sono sicura di sì!

Ciò avviene perchè questi negozi usano in modo sistematico: manichini scadenti, zero scenografia e outfit fatti a caso ed esposti in modo imperfetto.

 

1. Il tipo di manichini

I manichini comunicano al tuo cliente che tipo di negozio sei e che genere di abbigliamento tratti.

Ed è proprio per questo che in commercio né esistono tanti tipi differenti.

Per esempio se hai un negozio di abbigliamento per teen agers ti consiglio i manichini con le teste ad uovo, stilizzati bianchi o neri, mentre se hai un negozio di abbigliamento su misura da uomo allora ti consiglio manichini sartoriali, oggi tornati in voga sopratutto quelli che hanno parti in tessuto con arti in legno e snodati.

Vetrina manichini store

Ricordati inoltre che i manichini sono le tue strutture “principe”, fondamentali per le tue vetrine, più di qualsiasi altra struttura; perché:

mostrano la vestibilità dei tuoi capi dando l’idea al tuo cliente di come potrebbero essere indossati.

Manichini modulari vetrina Pintarest

Hey, aspetta un attimo prima di continuare, c’è una cosa di cui vorrei parlarti. Si tratta di un segreto che è rimasto “sommerso” per anni, e pur essendo una cosa tanto antica, per la maggior parte dei proprietari di negozi appare come una cosa nuova. Presta attenzione a questa frase:

Più cresceranno le tue competenze e maggiori saranno i risultati del tuo negozio.

Pensaci bene, se hai fatto la giusta esperienza nel mondo del retail hai già capito quanto è profondo questo concetto, l’importanza della conoscenza è una verità che esiste da migliaia di anni eppure oggi sembra che in molti vadano solo di corsa senza una direzione.

Ma tu ovviamente sei diverso, perché se sei qui e stai leggendo queste righe significa che sei già orientato a sviluppare le tue competenze, quindi non fermarti, fai un passo avanti, puoi iscriverti gratuitamente alla Cliento School e dare inizio ad un vero percorso,

sarai costantemente aggiornato sulle più avanzate strategie e sulle nuove meccaniche per la gestione del negozio, così in un mondo in continuo cambiamento le tue competenze saranno sempre al passo: vieni a sbirciare la pagina di iscrizione, ci vogliono pochi secondi, iscriviti adesso »

Se vuoi approfondire questo tema ti consiglio di leggere l’articolo su come posizionare i manichini in vetrina.

 

2. L’Outfit

L’Outfit, ossia il look che proponi per il tuo cliente deve attirare il suo interesse.

Per questo è fondamentale che tu faccia attenzione a:

  • Come abbini i capi, l’Outfit non deve essere mai banale ma sempre originale.
  • Come abbini i colori dei tuoi capi, seguendo sempre regole generali, come per esempio non abbinare capi di colore nero insieme a capi di colore blu.
  • Devi mostrare le caratteristiche dei tuoi capi, ad esempio un bottone particolare, una scritta su un jeans o un ricamo su una camicia.
  • Crea Outfit completi, aggiungendo scarpe, borse e accessori, questo perché più l’outfit è completo più diventa “unico”. E’ così che si aumenta il desiderio di acquisto del cliente. E’ questo che ti permette di fare vendite aggiuntive incrementando il tuo scontrino medio.

Vetrina Stradivarius

 

3. La Scenografia

Anche la scenografia per allestire una vetrina di abbigliamento è molto importante perché:

  • Costituisce il contesto della tua vetrina,
  • Inserisce l’outfit in una cornice valorizzandolo,
  • Diventa un “ambiente” riconoscibile per il tuo cliente-target

Analizziamo le prossime due vetrine. La prima vetrina parla ad un target giovane immediatamente riconoscibile grazie sia agli outfit che ai manichini stilizzati.

La presenza forte del verde nella scenografia mette in evidenza gli outfit, dove i capi sono di colore nero-bianco.

Vetrina Pull and Bear

La seconda vetrina parla invece ad un target femminile di età differente rispetto alla prima.

Puoi notare come sono molto differenti gli outfit, così come i manichini che sono di tipo sartoriale, e le decorazioni, ossia grandi peonie che riprendono i colori dell’abbigliamento.

Vetrina tratta da Pintarest

Bene, ora che conosci le tecniche basilari per allestire una vetrina di abbigliamento, puoi seguire le idee per ogni periodo dell’anno seguendo gli articoli su come allestire la vetrina di un negozio in ogni periodo dell’anno.

Alla prossima,

Elena Gaddò
Autrice del corso Le vetrine si fanno Così

Studia, agisci, misura, migliora e soprattutto… fai vetrine Wow!

 

Cliento School