ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in verticale, gira il tuo tablet/smartphone.

ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in orizzontale, gira il tuo tablet/smartphone.

In questo articolo, specializzato per il mondo dei negozi, parliamo di:

Buona lettura!

Sento spesso negozianti che si lamentano della loro situazione. Molti sono sconfortati dagli incassi del negozio o dalla poca affluenza. Purtroppo non sempre un negozio prende il volo come dovrebbe, capita di fare degli errori dei quali però nemmeno ci si accorge.

Allora, ecco che sempre più di frequente molti negozianti ci scrivonoCome risollevare un negozio?”oppurePerchè le cose non vanno bene?”

La mia prima risposta è questa:

“Fermati un attimo, cerca di capire che cosa non funziona e se necessario Ri-progetta il tuo negozio”

A volte quando le cose non vanno bene ci si fa prendere dal panico. Per questo è necessario prendere in mano la situazione e iniziare a produrre un cambiamento significativo all’interno del negozio.

“Come faccio, però a capire dove ho sbagliato? Cosa devo cambiare?”

Per aiutarti a capire quale può essere il problema del tuo negozio, abbiamo elencato i 7 errori più comuni tra i negozianti. Per aggiustare il tiro fai un respiro e scopri qual è il problema del tuo negozio e risolvilo.

Ricorda:

Il fallimento è la scintilla dell’innovazione

 

1. Come risollevare un negozio: i 7 errori più comuni

Dopo tanti anni a osservare da vicino i problemi dei negozianti abbiamo compreso che in fondo quasi tutti i negozianti che non riescono a decollare commettono almeno uno di questi 7 errori.

Alcuni sono più gravi altri meno, ma nell’insieme sono come una bomba ad orologeria pronta ad esplodere.

 

I 2 errori più pericolosi:

Tra i 7 errori ce ne sono due che sono particolarmente infidi e pericolosi.

  1. Non differenziarsi. Il primo errore che non devi mai fare è non differenziarti. Devi essere unico, speciale, essere un punto di riferimento, avere una forte identità. Tutto ciò che faccia dire al cliente “Questo si che è il negozio per me”
  2. Voler accontentare tutti. Questo errore è concomitante al primo. Spesso per paura di non soddisfare qualcuno il negoziante compra di tutto e di più. In questo modo il negozio non suscita più interesse, ne vende di più, ma crea solo una grande confusione nella mente del cliente. Se cerchi di accontentare tutti il cliente non saprà più se il tuo negozio è carne o pesce e andrà dalla concorrenza.

Voglio dunque essere diretto con te, l’unico modo che hai per vendere di più è non cercare di attrarre gente a caso, ma cerca di attrarre gente che ha bisogno del tuo prodotto, i così detti clienti in target.

Pensa quali problemi potresti risolvere, o quali esigenze e passioni potresti soddisfare. Se vuoi sapere come risollevare un negozio queste sono le prime domande a cui risponderti.

 

Capisci il tuo target e fai la differenza:

Molto probabilmente starai pensando “Urca Roberto… quante volte parli del Target!”

Eh sì, so di dirlo molto spesso e non mi stancherò mai di ripeterlo perché oggi per vendere bisogna capire qual è il Target a cui ci si rivolge ed essere differenti.

Per essere insostituibili bisogna essere diversi, Coco Chanel

Solo dopo aver scelto il tuo target e la tua differenza nel mercato puoi iniziare a comunicare, attraverso la pubblicità, con il tuo potenziale cliente.

Quindi, la pubblicità è importante. Ma per far si che questa funzioni devi chiederti prima di tutto:

“Perché un potenziale cliente dovrebbe venire a fare acquisti nel mio negozio?”

E poi:

“Cosa dev’essere il mio negozio per i miei clienti?”

Sicuramente non potrai essere solo un negozio di abbigliamento (ce ne sono milioni), né solo un negozio di scarpe o una semplice profumeria.

Facciamo un esempio in modo da aiutarti a capire ancora meglio questo concetto…

 

Ti racconto una storia:

“Un ragazzo vuole comprare un anello di fidanzamento.

Ci sono tantissime gioiellerie alle quali si può rivolgere, ha visto anche vari modelli di anelli online.

Ma nella sua testa galleggia un unico pensiero: comprare l’anello per la sua fidanzata in quel negozio che, anche se dista cinquanta chilometri da casa sua, offre un servizio veramente unico.

Non riesce infatti a dimenticare, quando suo fratello comprò l’anello per la sua futura moglie in quella gioielleria. Si ricorda benissimo la sua risposta quando gli chiese dove lo aveva acquistato:

“Come, non lo conosci? L’ho preso dalla gioielleria degli innamorati!”.

Il negoziante in questione aveva deciso d’incentrare gran parte del negozio sugli anelli di fidanzamento, sulle fedi matrimoniali e tutti quei gioielli per i fidanzanti come i classici cuori che si spezzano, insomma tutto ciò che potesse accompagnare gli innamorati nel loro percorso.

Inoltre il gioielliere aveva iniziato offrendo una vasta scelta di anelli, poi aveva deciso di offrire un’ulteriore servizio, creando delle confezioni che lasciassero veramente a bocca aperta.

Ad esempio creava una scatola speciale che quando veniva aperta faceva partire la canzone della coppia.

E infine, per offrire un servizio completo…

comprando un anello nella sua gioielleria, in omaggio si poteva avere una bella rosa da ritirare dal fioraio vicino, con cui aveva fatto un accordo.”

Vedi, come è forte differenziarsi?

Questo esempio ne è la prova, se darai un servizio unico, il cliente non sceglierà mai un altro negozio! E tu diventerai un punto di riferimento, e nel tempo, man mano che la voce si spargerà, man mano che ti pubblicizzerai, ci saranno persone che si faranno anche 40 km per venire nel tuo negozio a fare acquisti.

Quindi se vuoi sapere come risollevare un negozio parti da qui, studia la sezione Vinci la concorrenza tra negozi.

Ora continuiamo con:

 

Gli altri 5 errori:

Questi sono gli altri errori che abbiamo raccolto dall’esperienza di migliaia di negozianti, e che spesso sono una conseguenza dei primi 2, vediamoli:

  1. Non avere un metodo che ti permetta di trovare nuovi clienti e fidelizzarli.
    Progetta un metodo che possa portarti più clienti. Studia una strategia e seguila. Non cercare di attirare clienti a caso. Crea il tuo Retail Funnel >
  2. La location non è adatta: Non scegliere mai dove aprire il tuo negozio solo in base al costo dell’affitto. Se sei in una zona sbagliata, cambia location! E trova un posto più adatto.
  3. Sbagliare le priorità: Spesso si da priorità a ciò che non lo ha. Molti preferiscono comprare prodotti da mantenere in magazzino piuttosto che mettere parte del budget in una pubblicità mirata. Se fai questo stai sbagliando! La pubblicità è l’anima del commercio non lo dimenticare mai.
  4. L‘immagine che trasmetti è vecchia: Hai ancora in negozio l’arredamento di 20 anni fa? Sii?? Anche il tuo negozio ha bisogno di un cambio di look per essere sempre aggiornato. Come arredare un negozio >
  5. Comunicare nel modo sbagliato: Fai sempre attenzione a come ti poni con il cliente. Tu, e i tuoi commessi, siete l’immagine del tuo negozio e la pubblicità e il tuo mezzo di comunicazione più potente.

Dopo aver letto questa lezione, sicuramente avrai in mente tantissime cose che devi fare e che devi cambiare.

Molti negozianti lo hanno già fatto, hanno cambiato il loro negozio in modo drastico, hanno cambiato il nome, il target e l’arredamento. Altri invece hanno optato per un cambiamento più soft, magari rimodernando solo l’arredamento per dare risalto a un’area in particolare.

Quindi cosa fare?

Indipendentemente se vorrai cambiare tutto il brand del negozio, la location o solo l’arredamento…

Capirai da solo che c’è solo una cosa che puoi fare ed è la risposta a come risollevare un negozio…

 

2. Rilanciare il tuo negozio: La seconda inaugurazione

Qualunque sarà il tuo approccio al cambiamento, totale o soft, comunque dovrai trovare un modo di comunicare al tuo cliente che il tuo negozio sta cambiando, sta migliorando per offrirgli un servizio migliore.

Lo scopo è quello di creare delle motivazioni che ti permettano di creare una seconda inaugurazione, una vera è propria rinascita per il tuo negozio.

I negozianti che ho visto riemergere, sono quelli che hanno avuto il coraggio di cambiare.

Sperare nel cambiamento è positivo, ma se speri senza agire, rimarrà una speranza vana. Per riprogettare e per rilanciare un negozio è importante accettare di rinnovarti.

Il cambiamento spaventa.

Ed è per questo che molti negozianti rimangono bloccati nel loro limbo, hanno paura che facendo anche una piccola modifica nel loro negozio perderanno anche quei pochi clienti acquisiti nel tempo.

Il fatto è che se passi delle giornate intere aspettando che entri il cliente di passaggio, è perché devi cambiare qualcosa. E se le cose non vanno come vorresti, ricorda:

E’ da folli sperare che cambi qualcosa, se non si cambia ciò che si sta facendo.

Quindi…

 

3. Come risollevare un negozio. Ecco i passi da fare (In breve)

  1. Capire dove hai sbagliato: Scopri qual è l’errore che non ti permette di portare il tuo negozio fino alle stelle!
  2. Trova la tua differenza nel mercato e creare il tuo brand, leggi Vinci la concorrenza tra negozi >
  3.  Fai le opportune modifiche al negozio, segui i consigli sulle Tecniche di visual merchandising >
  4. Promuoviti per far conoscere il cambiamento al tuo target: Come pubblicizzare un negozio >
  5. Preparati per la seconda inaugurazione, leggi come aprire un negozio > e scopri come rilanciare un negozio al meglio.

Per mettere in pratica tutti questi passi come vedi hai tantissimo materiale a tua disposizione, articoli, video e corsi avanzati.

Ora non hai più scuse. Non perdere altro tempo.

Ma ricorda… le cose fatte di fretta non funzionano, anzi rischiano di portarti a fare altri errori per una mancata valutazione. Progetta come risollevare un negozio prima tutto su carta.

Alla prossima,

Roberto Chiera
autore del libro Come aprire un negozio (o rilanciarlo) 
Studia, agisci, misura, migliora!

 

  • Cliento School
    error: Il contenuto è protetto!