ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in verticale, gira il tuo tablet/smartphone.

ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in orizzontale, gira il tuo tablet/smartphone.

Il compito della Cliento è aiutare i negozianti a fare sempre meglio il loro lavoro. In qualsiasi situazione.

Sappiamo che il coronavirus è un argomento delicato che richiede un aiuto o quanto meno un confronto con noi che abbiamo davanti agli occhi le reazioni di migliaia di negozianti.

Ecco quindi i video e i testi che troverai in questa sezione nascono con il desiderio di essere di aiuto a chi vive di commercio e che deve prendere questa situazione nel modo giusto altrimenti rischia di generare conseguenze ancora più difficili,

infatti il tempo non si ferma, la festa del papà, la Pasqua, la festa della mamma… ci sono un sacco di eventi in arrivo e nessuno li fermerà quindi serve un modo pratico per continuare a sfruttarli, nonostante tutto.

Il materiale che troverai pubblicato da qui in poi è inserito in ordine cronologico, i primi video che vedrai sono gli ultimi ad essere stati creati (quindi sono i più recenti), ma tutti sono utili per aiutarti a gestire questo periodo di “crisi da coronavirus” perciò approfondisci ogni dettaglio e salva questa pagina nei preferiti per seguire gli aggiornamenti.

Bene, cominciamo:

POST 08. Riapertura negozi Protocollo sicurezza del 18 Maggio

Qui le linee guida riportata da Adriana di Più Store, da seguire per l’apertura dei negozi. Attenzione alle singole ordinanze regionali!

 

In breve:

Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione. (cartellonistica)

Prevedere regole di accesso, in base alle caratteristiche dei singoli esercizi, in modo da evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti. Su questo argomento, leggi il nostro articolo su come predisporre il negozio post covid 

 Garantire un’ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per l’igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche, promuovendone l’utilizzo frequente da parte dei clienti e degli operatori.

 In caso di vendita di abbigliamento: dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce.

 I clienti devono sempre indossare la mascherina, così come i lavoratori in tutte le occasioni di interazione con i clienti.

 L’addetto alla vendita deve procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche (prima e dopo ogni servizio reso al cliente).

 Assicurare la pulizia e la disinfezione quotidiana delle aree comuni.

 Favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni ed escludere totalmente, per gli impianti di condizionamento, la funzione di ricircolo dell’aria.

La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi in plexiglass); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche.

 

POST 07.  Serve una dichiarazione apposta per le consegne a domicilio?

Qui la risposta presa dal sito del governo alla domanda: Gli esercenti devono presentare una nuova SCIA o chiedere un’autorizzazione specifica per poter vendere con consegna a domicilio?

No, sono sufficienti la SCIA già presentata prima dell’inizio dell’attività o, per i settori in cui è necessaria, l’autorizzazione già ottenuta a svolgere l’attività. Ad esempio, un ristorante potrà consegnare le pietanze a domicilio, anche se prima non rendeva questo servizio. Naturalmente, dovranno essere osservate tutte le norme di settore (incluse quelle igienico sanitarie e le tutele per i lavoratori che consegnano le merci) e dovranno essere evitati, anche al momento della consegna, contatti personali a distanza inferiore a un metro”

Link al sito del governo sezione “Pubblici esercizi e attività commerciali: http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa

Ti consigliamo comunque di portare sempre con te la sezione “Pubblici esercizi e attività commercialistampata, così da mostrarla in caso di controlli. E, se ti è possibile, di chiedere anche una conferma scritta al Sindaco di riferimento, così da essere tutelato al 100%.

 

VIDEO 06. DPCM 1 APRILE: 4 cose da fare per superare la tempesta economica in arrivo!

Approfondimenti:

a) FAQ Confcommercio, molto interessanti… leggile! Chi di solito salta la lettura di queste cose, faccia uno sforzo di lettura e comprensione: https://www.confcommercio.it/-/faq-coronavirus-dpcm-marzo

b) Link al sito del governo con le spiegazioni del decreto e che ora NON è più in aggiornamento, ora è perfettamente aggiornato e vale quanto scritto qui: http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa
prestata particolare attenzione alla sezione “Pubblici esercizi e attività commerciali” dove si può trovare anche il punto che parla delle “consegne a domicilio

c) Anche in Lombardia è possibile fare consegne a domicilio come da ordinanza 522 del 6 aprile: http://www.anci.lombardia.it/documenti/9795-ORDINANZA%20522_06_04_2020.pdf

Nonostante la chiarezza del poter fare le consegne a domicilio, restano comunque comuni che hanno delle varianti o spesso non aggiornati, quindi consigliamo di parlare con il Sindaco dove è possibile.

POST 05. DPCM 22 MARZO: Andare in negozio oppure no?

Importante! Oggi 25 marzo è l’ultimo giorno in cui teoricamente si può andare in negozio dopo il blocco delle attività (per chi ne è coinvolto) prendete ciò che vi serve e state a casa…. continua a leggere in questo post:

 

Video 04. Decreto 22 Marzo: Chiuse attività produttive e i negozi. E le spedizioni o consegne a domicilio?

[Pubblicato il 23 marzo]  Aggiornamento delle ore 11:56 sul sito del governo è stata pubblicata una pagina dove si rispondono a moltissime domande dive che:

“...è consentita la consegna dei prodotti a domicilio, nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto, ma con vendita a distanza senza riapertura del locale. Chi organizza le attività di consegna a domicilio – lo stesso esercente o una cd. piattaforma – deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro.
Fonte: http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa (nell’ultima domanda del punto: “PUBBLICI ESERCIZI E ATTIVITÀ COMMERCIALI”)

Purtroppo però abbiamo saputo di alcuni negozianti che sono stati informati dalle autorità locali che invece non è possibile e che sono multabili… quindi è sempre meglio chiedere al comune, meglio al Sindaco stesso, ma fatelo forti di questo annuncio del governo in mano.

Video 03. Decreto Negozi-Chiusi e coronavirus: un opportunità reale di questo momento.

[Pubblicato il 12 marzo] Prima di tutto: cosa si può fare e cosa no? Si può spedire? Si può andare in negozio? Ecc… Leggi il testo completo qui: http://bit.ly/33agGLk
Invece nel video vediamo come trasformare questo momento:

 

Video 02. Tabella obiettivi da raggiungere anche se ti chiudono il negozio

[Pubblicato il 9 marzo] Questo video riassume gli obiettivi che si possono perseguire anche nella situazione di emergenza “coronavirus”:

Scarica il pdf con la tabella degli obiettivi e una checklist riassuntiva: http://bit.ly/pdfTabellaCV

Video 01. Cosa fare se hai un negozio

[Pubblicato il 25 febbraio] Essere pragmatici è la strada, del resto cos’altro si può fare? Abbiamo il controllo del virus? Chiaro che no… e non possiamo fermarci, quindi occorre capire quali sono le iniziative che possono essere portate avanti anche se la gente si chiude in casa e quale è l’approccio giusto e il ruolo del negoziante anche agli occhi dei clienti.

Forza, coraggio e morale alto,
noi siamo sempre con te.

Roberto Chiera
Cofondatore Cliento

  • Cliento School
    error: Il contenuto è protetto!