ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in verticale, gira il tuo tablet/smartphone.

ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in orizzontale, gira il tuo tablet/smartphone.

La primavera è la stagione del risveglio e dei buoni propositi. Le giornate si allungano, il clima si fa più mite e, dopo i freddi invernali, ritorna la voglia di muoversi e sperimentare. Un momento perfetto per liberare la creatività e progettare qualche idea di allestimento per le tue vetrine di primavera.

Prima di continuare a leggere ti invito a dare un’occhiata anche a questi articoli: ti potranno essere d’aiuto nella realizzazione delle tue prossime vetrine in occasione della Pasqua e della Festa della Mamma.

1. Colori per allestire una vetrina di primavera

Chiudi gli occhi e pensa ad un colore che associ alla Primavera! Cosa ti è venuto in mente? Forse il giallo di una primula, l’azzurro di un cielo finalmente sereno oppure il verde della natura che rinasce.
Molto probabilmente non avrai immaginato tonalità cariche e fluo, bensì colori più tenui e delicati come i colori pastello.

Colori pastello, aria di primavera

Se vuoi trasmettere un’idea di primavera efficace, i colori pastello sono sempre alla moda. Luminosi e allegri, richiamano il risveglio della natura e infondono ottimismo e gioia.

Ecco qui una palette di colori pastello, ai quali puoi ispirarti per la tua vetrina primaverile.

Silvia Corazza

 

…ed alcuni esempi!

foto presa da Pinterest

 

foto presa da Pinterest

 

I colori pastello in primavera possono anche diventare i protagonisti, se hai prodotti caratterizzati da questa tonalità. Approfitta di questa opportunità, come accade nella vetrina di Zara.

Zara – foto presa da Pinterest

In questo caso non servono altre decorazioni: basta un semplice sfondo per richiamare i colori dei capi esposti, lasciando comunque ben evidente il tema primaverile.

 

Colori di tendenza 2019

Ogni anno vengono individuati i trend della moda per le prossime stagioni. Sul sito di Pantone trovi tutti i colori di tendenza della stagione SS2019, mentre su Adobe Stock hai una panoramica sugli stessi colori declinati su differenti soggetti e prodotti.

Psssss... ehi, scusa se mi fermo un attimo ma devo assicurarmi di una cosa: hai scaricato il Vetrina Planner gratuito? Si tratta di uno schema in 5 passi da seguire per allestire le tue vetrine. Qualsiasi vetrina tu voglia realizzare E' LA BASE per fare una allestimento efficace e misurabile, noi ci abbiamo messo mesi per farlo ed è nato dall'esperienza di migliaia di negozianti della Cliento school, TU puoi averlo gratis, perciò approfittane prima che lo ritiriamo dal web mettendolo a disposizione SOLO per chi è già iscritto alla Cliento School, ecco il link fallo subito, scaricalo da questa pagina >>

Fatto? Proseguiamo dal paragrafo precedente, se ti ho interrotto la lettura perdonami, ma scaricare il vetrina planner è davvero importante per TE, per riprendere il filo puoi ripartire anche solo un paragrafo indietro e ricominciare...

Per non naufragare in questo mare di colori, prima di iniziare a pianificare la tua vetrina:

  • considera le caratteristiche dei prodotti che vuoi esporre: sono tutti prodotti tinta unita oppure hanno delle fantasie? Quanti e quali colori contengono? Sono colori caldi e/o freddi? C’è un colore che spicca maggiormente sugli altri?
  • valuta il colore o i colori che si abbinano meglio e valorizzano i tuoi prodotti;
  • non eccedere con il numero di colori da utilizzare, scegline massimo tre;
  • ricorda che una vetrina monocromatica non è necessariamente noiosa: puoi utilizzare anche un solo colore e alcune sue tonalità seguendo un gradiente.

Ecco un esempio con uno dei colori moda di questa stagione, il Pink Peacock:

Silvia Corazza

Se sei alla ricerca di ispirazione cromatica segui i suggerimenti di siti come ColorSpace: tu proponi un colore e il sito genera delle palette con diversi abbinamenti cromatici. Guarda cosa propone per il colore dell’anno, il Living Coral.

Potrà tornarti utile non solo per scegliere sfondi e decorazioni, ma anche per l’abbinamento dei vari prodotti tra di loro.

 

2. Una vetrina di primavera ispirata alle giornate all’aria aperta

Quando penso alla primavera mi immagino lunghe passeggiate all’aria aperta, gite fuori porta, e tutto un mondo che piano piano si risveglia. Non avresti voglia anche tu di fare un giro in bicicletta o  un rilassante picnic su un prato? E allora perché non ricostruire questi scenari rilassanti e spensierati nella tua vetrina?

Biciclette e picnic in vetrina

Una bicicletta in buone condizioni è di facile reperibilità, e magari conosci anche qualcuno disposto a prestarti la sua. In alternativa recupera una vecchia bici da ridecorare: terminato il suo utilizzo in vetrina potresti disporla fuori dal negozio come decorazione distintiva.

Oasis – foto presa da Pinterest

 

Un cesto di vimini si presta bene sia come cestino da bicicletta o come cesto da picnic: puoi utilizzarlo come decorazione o per esporre il tuo prodotto dentro di esso. Gli insetti giganti, invece, potrebbero non piacere a tutti i passanti, ma di sicuro sono originali e rendono indimenticabile la vetrina a seguire.

Marc Jacobs – foto presa da Pinterest

 

Per ricreare l’erba, infine, puoi utilizzare del prato sintetico: lo trovi in vendita al m2 nei negozi di bricolage e fai da te, nel formato di tappeti o rotoli.

Bottega Veneta – foto presa da Pinterest

 

Idee per vetrine primaverili a tutto giardinaggio

Cos’altro ti viene in mente pensando alle prime giornate di sole dell’anno, se non a un po’ di sano giardinaggio! Attrezzi, vasi di terracotta, vasetti di latta colorati, guanti multicolore, innaffiatoi, carriole…i materiali a tua disposizione sono molteplici!

foto presa da Pinterest

 

Le stelle filanti di Carnevale possono trasformarsi in erba o terriccio e, perché no, anche i trucioli avanzati dai cesti di Natale si possono rivelare utili. Approfitta delle giornate che si allungano per fare una passeggiata in campagna e raccogliere sassolini veri, rametti o un po’ di corteccia.

foto presa da Pinterest

 

Allestimento vetrine primavera con finestre colorate

Gli allestimenti ispirati alla vita comune valorizzano il prodotto seguendo il tema primaverile, ed esercitano anche un forte potere suggestivo.
Ricreare in vetrina uno scenario relativo al quotidiano permette all’osservatore di immedesimarsi: riaffiorano ricordi, nascono desideri ed emozioni che lo inviteranno ad osservare con attenzione e trasporto.

Anche se non dovesse acquistare sul momento si ricorderà comunque del tuo negozio: la vetrina tua ha comunicato qualcosa di più rispetto alle altre e ti ha fatto notare.

foto presa da Pinterest

 

Osserva queste due vetrine primaverili. La finestra azzurra della vetrina qui in alto non ti ricorda la finestra della casa di quel viaggio, quella volta… un po’ di anni fa?
E tutte le finestre spalancate nella vetrina qui sotto, mentre il manichino sembra avanzare, non ti invitano a muoverti, ad affrontare nuove prospettive, orizzonti, una nuova stagione?

foto presa da Pinterest

 

3. Vetrine primaverili ispirate al cielo

Quante volte ti sei steso su un prato in fiore a guardare le nuvole, cercando di riconoscere delle forme ben precise o goderti un po’ di sano relax?

foto presa da Pinterest

 

In primavera l’azzurro non è ancora intenso come in estate, ma è spesso solcato da nuvole bianche: ecco un altro un ottimo sfondo e un’ambientazione perfetta per una vetrina!

Hermès – foto presa da Pinterest

 

Puoi sfruttare cartonati a forma di nuvole, appesi ad altezze differenti: ispirati a queste nuvolette in vendita su Etsy per ricreare un modello simile da riproporre nella tua vetrina.

TheFoxandAlice – Etsy

 

Se il bidimensionale ti annoia e il cartoncino non fa per te, potresti optare per le soffici nuvole in 3d. Realizzarle non è così complicato: digita su youtube “cotton clouds diy” e troverai diversi video-tutorial che ti insegneranno a crearle passo dopo passo. E’ presente anche un tutorial super veloce per ottenere semplici nuvole in carta velina.

Vetrine di questo tipo trasmettono grande leggerezza e freschezza: possono essere ancor più interessanti se questa è proprio la caratteristica del prodotto che vuoi esporre.

Al posto o in aggiunta alle nuvole, potresti inserire anche delle mongolfiere.

Anthropologie – foto presa da Pinterest

 

…o dei palloncini, per dare un tocco di colore e di leggerezza in più.

foto presa da Pinterest

 

4. Allestimenti per le vetrine di primavera con i fiori 

Cosa c’è di più primaverile dei fiori?
I fiori sono la primissima cosa che viene spontaneo inserire in una vetrina per indicare che questa stagione è finalmente arrivata. Nonostante la scelta appaia prevedibile, i modi per utilizzarli non sono così scontati e banali.

foto presa da Pinterest

 

Anthony Upton/PA Wire – Cartier

Sono vetrine bellissime e scenografiche, da cui puoi prendere spunto per dare un tocco speciale anche alla tua vetrina, con il tuo budget e con i tuoi mezzi.

Potresti utilizzare vasi di fiori veri sia all’interno della vetrina, che nell’immediato esterno: le piante, separate solo dal vetro, daranno l’illusione di una decorazione floreale che fuoriesce sulla strada verso i passanti.

Unica accortezza: sia i fiori all’interno che quelli all’esterno dovranno essere molto vicini al vetro per mascherare bene la distanza e la presenza del vetro stesso.

immagine presa da Pinterest

 

Fiori finti

I fiori finti ti permettono di risolvere il problema della scarsa longevità dei fiori recisi: questi ultimi hanno una resa visiva superiore, ma sopravvivono massimo 4-7 giorni, soluzione ben poco funzionale per le esigenze di una vetrina.

Dolce & Gabbana – foto presa da Pinterest

 

Puoi utilizzarli esposti in classici vasi, come nella vetrina di Dolce & Gabbana, ma anche in barattoli e bottiglie di vetro, innaffiatoi di latta; puoi riempire bauli antichi, vecchie valige recuperate all’occorrenza, o adagiarli semplicemente sopra un libro aperto.

Very Eickhoff – foto presa da Pinterest

 

Un’altra soluzione possibile è quella di incollarli con la colla a caldo ad un fondale (anche su un semplice pannello di polistirolo!) per creare, in poche mosse, uno splendido sfondo primaverile.

Gérard Darel – foto presa da Pinterest

 

Se invece vuoi farli fluttuare puoi ricreare una pioggia, una cascata o appendere giusto qualche elemento, per la corolla o per lo stelo. Sfrutta l’effetto visivo di nastri colorati, oppure scegli un filo trasparente per mantenere l’illusione del loro essere sospesi.

Guarda come si è trasformando questo negozio inserendo fiori finti anche all’interno del punto vendita!

Puoi addirittura creare una nuova identità al tuo manichino, avvolgendo la sua testa in una bolla di fiori! E se preferisci non esagerare, opta per una coroncina floreale, più discreta e di più semplice realizzazione.

foto presa da Pinterest

 

Non eccedere con le decorazioni in vetrina: lo spazio vuoto è tuo amico e come tale va rispettato. I vuoti permettono alla vetrina di essere leggibile e al prodotto di essere valorizzato: fai un passo indietro, posa quel vaso e chiediti se non stai soffocando troppo la composizione.

Non scordarti poi della polvere: i fiori artificiali tendono ad impolverarsi abbastanza rapidamente, quindi assicurati di mantenerli sempre puliti per preservare l’ordine e la cura della tua vetrina.

 

Fiori di carta e cartonati

Anthropologie – foto presa da Pinterest

 

Una soluzione alternativa sono i fiori di carta in cartoncino o carta velina, da usare al posto dei “classici” fiori finti: su Etsy se ne trovano di molto curati e di grande impatto visivo.

foto presa da Pinterest

 

Se hai buone capacità manuali e tempo da dedicare a questa attività, puoi provare a cimentarti in prima persona nella loro realizzazione seguendo le numerose spiegazioni che si trovano su internet.
Guarda quanti tutorial sui fiori di carta puoi trovare su Pinterest!

 

Appendili o incollali a rami di veri alberi per creare un effetto wow!

Anche un cartonato può essere una soluzione vincente, come nella vetrina di Blumarine: un unico materiale, tre colori, diversi pezzi sfalsati per dare movimento e tridimensionalità…e la vetrina è compiuta (e con successo)!

Blumarine – foto presa da Pinterest

 

Se vi ritrovate però ad avere poco tempo a disposizione e risorse limitate, puntate su un poster floreale per lo sfondo e/o delle vetrofanie: con pochi mezzi, otterrete ugualmente una vetrina azzeccata per la primavera.

 

5. Vetrine ispirate ad animali simbolo della primavera

Subito dopo i fiori un’altra idea primaverile che viene facilmente in mente è quella delle farfalle. Simbolo di rinascita, le farfalle possono dare un tocco extra alla tua vetrina senza aggiungere altri dettagli.

foto presa da Pinterest

 

Utilizzale in gruppo come un piccolo tornado colorato: crea un movimento e una direzione precisa, in modo da evidenziare e valorizzare i tuoi prodotti: l’effetto scenico sarà naturale e garantito.

Rosato – foto presa da Pinterest

 

Non solo rondini: ci sono anche altri uccelli che rimandano alla primavera, evitando però quelli tropicali che richiamano soprattutto la stagione estiva.
Oltre ad essere una possibile componente decorativa di per sé, possono essere sfruttati, come le farfalle, per dare vivacità alla vetrina: in quella di Smythson of Bond Street, gli stessi prodotti diventano uccelli e volano via.

Smythson of Bond Street – foto presa da Instagram

 

Un ulteriore tema primaverile è quello delle api che raccolgono il polline: basta un fiore, un alveare e tante api laboriose per promuovere dei prodotti a base di miele.

foto presa da Pinterest

 

6. Vetrine di primavera all’insegna del riciclo creativo

Capita a tutti prima o poi di darsi alle grandi pulizie di stagione e decidere di sbarazzarsi di tutte quelle cose ammassate in garage o del materiale di scarto abbandonato in magazzino.
Perché non proviamo invece a riutilizzare qualcosa in modo creativo, magari proprio per decorare una vetrina?

I vecchi pallet possono rivelarsi un’impensabile risorsa anche per la tua vetrina primaverile. Immaginali ripuliti, magari dipinti, con qualche mazzo di fiori decorativo, ed ecco pronto un bel fondale a basso prezzo!

foto presa da Pinterest

 

Lo stesso vale per le cassette in legno di frutta o verdura, o di quelle utilizzate al posto dei classici cesti di Natale. Se ne hai conservata qualcuna ben fatta puoi ridipingerla o, semplicemente, decorarla con qualche mazzo o vasetto di fiori o piante verdi.
Ecco quindi una nuova decorazione per la tua vetrina o, direttamente, un supporto per esporre i prodotti.

foto presa da Pinterest

Potresti persino recuperare un cappello di paglia che magari non ricordavi nemmeno di aver comprato, oppure un vecchio ombrello un po’ ingombrante.
Bene: armati di fiori finti e nastri colorati e restituisci loro una nuova vita!

foto presa da Pinterest

foto presa da Pinterest

 

In Conclusione

Le idee per un buon allestimento per le vetrine di primavera non finiscono qui. Manca ancora il contributo più importante: il tuo.

Guardati attorno: osserva vetrine di altri negozi, rifletti su cosa apprezzi e cosa vorresti evitare; osserva la città, la campagna, i luoghi attorno a te.
Sfoglia riviste, libri, mantieni occhi reattivi e spirito vigile anche mentre guardi la televisione.

Appuntati le piccole cose, anche se oggi ti sembrano solo una lista casuale un po’ sconclusionata: domani, tra una settimana, l’anno prossimo, riguardandole, ti ritroverai con una nuova idea pronta per essere usata.
Buone vetrine future!

Alla prossima!

Silvia Corazza
Visual Merchandiser

Studia, agisci, misura, migliora e soprattutto… fai vetrine WOW!

  • Ehi ti sei già iscritto alla newsletter della Cliento School?

    Inserisci il tuo nome e la tua email per rimanere sempre aggiornato sul mondo del Retail...

    Cliento School