E adesso? Come comunicare in modo efficace il tuo posizionamento, per aumentare il fatturato del negozio?

Eh sì perchè non basta aver scelto la specializzazione ora devi comunicare nel migliore dei modi l’identità del negozio. Ma come?

CREA UN BRAND 

Si, anche un negozio indipendente deve lavorare sul brand. E in questa lezione vediamo come rendere concreto il tutto.

Come abbiamo visto fin dalla prima lezione di questo corso (Vinci la concorrenza tra negozi >>), in tutta questa storia il messaggio più importante è “posizionarsi nella testa del cliente“.

Ricordi perché? Per ogni categoria, settore, prodotto, servizio etc… :

Quando una persona ha un bisogno o sente un’esigenza penserà ad una soluzione. E a qualcuno che può fornirgliela. 

Il punto è che nella mente del cliente c’è spazio solo per uno, due o al massimo tre negozi e non arrivano tutti insieme. Ce ne è uno che prevale su tutti quanti, e che viene in mente per primo.

Quello devi essere tu.

Quindi, riformulando…

Quando qualcuno ha un bisogno o sente un esigenza penserà ad una soluzione. E sarà portato a scegliere il primo negozio che gli viene in mente e che può fornirgliela.

Il successo delle tue azioni pubblicitarie è direttamente proporzionale alla tua capacità di posizionarti per primo nella mente del cliente ma per farlo devi comunicarlo ovunque e con qualsiasi mezzo.

Ma qual è il mezzo che è sulla bocca di tutti quando si deve parlare di te e magari suggerirti ad un amico?

Elemento n° 1: Il nome del tuo negozio.

Il primo punto su cui ti devi focalizzare è la parte testuale che comunicherà l’identità del negozio.

Per questo motivo, il nome del tuo negozio, deve essere facile da ricordare e soprattutto deve trasmettere il tuo CdB, questo significa che deve rispondere immediatamente alla domanda “Cos’è”.

In che modo?

Usando: nome + tagline.

Questo è il numero massimo di parole che hai a disposizione per far capire al tuo cliente chi sei e se sei quello giusto per lui. E meno parole usi meglio è.

Un esempio?

nome: Cliento School
tagline: La più grande scuola online per negozianti

In questo caso se utilizzassi solo come logo il nome, pur posizionandosi bene come “scuola”, non passerebbe il messaggio della specializzazione per negozianti (Target). A questo ci pensa la tagline, cioè una frase breve e diretta che riassume la nostra specializzazione, la nostra differenza nel mercato.

Facciamo degli esempi con dei negozi…

nome: RossoSapore
tagline: Pizza e Pezzi Napoletani

aumentare-il-fatturato-negozio

altro esempio:

nome: Da.ga. Fish
tagline: Pesce fresco & surgelato

insegna-per-il-negozio

Foto di Publiauto

Ecco cosa ha creato Claudia, di Negozianti illuminati Club >>

nome: MiniLui
tagline: Abbigliamento per soli ometti

E la tua tagline qual è?

Se stai pensando di aggiornare il tuo logo ti consiglio di lavorare profondamente sullo studio della tua specializzazione, solo così potrai donare una vera identità al tuo negozio. Fallo e aggiornati subito.

Ehi, aspetta un attimo prima di continuare, perché c’è una cosa fondamentale che devi fare per mettere in pratica veramente quanto stai imparando, perché la teoria è facile da leggere, ma se vuoi agire davvero ti serve qualcosa da seguire, domanda: hai già scaricato il manuale gratuito “5 passi per vincere la concorrenza” ?  Fallo subito, lo trovi in questa pagina >>

Fatto? Proseguiamo dal paragrafo precedente, se ti ho interrotto la lettura perdonami, ma scaricare la guida è davvero importante per TE, per riprendere il filo puoi ripartire anche solo un paragrafo indietro e ricominciare…

Bene, ora che hai il mezzo più veloce (le parole della tagline) per trasmettere la specializzazione pensiamo a COME creare un negozio che abbia una forte identità.

Se hai fatto bene il percorso fino a qui sai esattamente qual è la tua DIFFERENZIAZIONE che ti allontana da qualsiasi competitors. Inoltre sai a CHI devi rivolgerti, quali sono i P.E.P. che risolvi o soddisfi e DOVE devi andare a prendere il tuoi clienti.

La seconda difficoltà  sta nel trovare una tagline appropriata che racchiuda il tutto.

Se hai difficoltà anche con il nome da scegliere puoi guardare la lezione: Come scegliere il nome del negozio >>

Superata anche questa passiamo al passo successivo:

Gli altri 7 ELEMENTI che creano l’identità del negozio

 

1- I COLORI, 2 – LE IMMAGINI :

Potenzia la percezione del tuo negozio con un colore (o colori) ben precisi, fai come i grandi marchi.

Devi farti distinguere anche tu e non solo con le parole, ma anche con ciò che è VISIVO e l’utilizzo di colori ben precisi ti aiuterà. Scegli i tuoi colori e usali SEMPRE e OVUNQUE, dalle insegne ai volantini.

La stessa cosa vale per le immagini.

Ad esempio quando vuoi mettere dietro alla cassa un immagine sceglila in modo che sia allineata con il tuo target e che evidenzino sempre con coerenza la tua identità.

Guarda i colori più adatti alle diverse tipologie di negozi, magari possono essere uno spunto di riflessione: Colori per un negozio >>

3 –  IL LOGO:

La parte figurativa del nome e della tua tagline. Che riprenderà i colori che più rispecchiano il tuo CdB, le forme più adatte etc…  Come vedi solo ora ha senso pensare a come realizzare il tuo logo.

Per questo trovi una lezione dedicata solo a come deve essere il logo di un negozio >>

4 –  INTERNI del NEGOZIO:

Per quanto riguarda arredamento ed interni del tuo negozio è inutile sottolineare quanto siano importanti perché tutto concorre ad aumentare il valore percepito di coloro che entreranno in negozio da te.

Il concetto base è molto semplice con un arredamento vecchio e poco curato i clienti avranno una percezione scarsissima dei tuoi prodotti ed aumenteranno persino le richieste di sconto, con un arredamento fresco, pulito e soprattutto allineato con tutte le tue comunicazioni ecco che il cliente si sentirà in un mondo nuovo, il tuo obiettivo è farlo stare bene e creare un ambiente sereno che lo invogli a tornare.

Come arredare un negozio: 6 consigli d’oro >>

E’ una questione emozionale, fallo sentire in un sogno e tornerà a comprare anche solo per stare bene.

5 – MARKETING SENSORIALE:

Per aiutarti in quest’opera di creazione di un negozio da sogno ricordati dei cinque sensi.

Non fermarti all’arredamento e ai colori, utilizza suoni e profumi per mantenere coinvolto il cliente.

Ti faccio un esempio.

Non so se conosci le strategie di persuasione dei Casinò, una di queste consiste nel mettere una musica soft, senza forti sbalzi di volume e cambiamenti di ritmo e che sembra non finire mai, come se fosse una traccia unica.

Questo viene fatto in modo che i cliente non si “risveglino” mai da quello stato ipnotico di semi-veglia in cui vengono catapultati. Il senso è, se il cliente è coinvolto nel processo d’acquisto non farlo spaventare e non interromperlo bruscamente.

Inoltre lo sai che un negozio dovrebbe avere anche un logo sonoro?

Leggi questa lezione: Come scegliere la musica da mettere in negozio >>

Ma oltre all’udito c’è un altro senso fortissimo, se dico RTX9338PJS cosa ti viene in mente?

Credo nulla, in realtà questa è la sigla di una bomboletta spray che contiene aroma di cheeseburger al bacon.

Viene utilizzata nei fast-food per invogliare le persone a mangiare di più, ma questo non è l’unico trucco, torniamo al discorso sui “colori”.

I cibi dei fast food creano velocemente un senso di sazietà e questo non è utile a queste grandi catene del food.

Ecco il loro stratagemma, si sono accorti che utilizzando colori molto forti e luminosi, come il giallo (Vedi Mc Donalds) o il rosso, le persone mangiavano molto più velocemente e finivano il loro panino ancora prima che si sentissero sazie.

Beh, in questo modo c’è ancora spazio per acquistare un altro cheeseburger!

Oppure, sapevi che il profumo di vaniglia nei negozi di abbigliamento femminile invoglia alle vendite?

Per ogni negozio c’è il profumo adatto e lo stesso vale per la musica.

E’ affascinante vero? Se vuoi scoprire come scegliere il marketing sensoriale ideale per il tuo negozio puoi studiare il corso avanzato Il tuo negozio è un venditore silenzioso >>

6 – IL PACKAGING: 

Purtroppo continuo a vedere negozianti che incartano i prodotti che vendono in malo modo o per non spendere usano le confezioni che gli vengono date dai fornitori.

Ma c’è un errore di base in questo modo di ragionare.

Il primo è che pensano al prezzo del prodotto solo pensando al costo stesso del prodotto. Invece anche il packaging fa parte del prodotto.

Il secondo  è che viene sottovalutata una cosa: un packaging che trasmette emozioni ti permette di alzare il prezzo.

Lo so, dietro a queste parole ci sarebbe un mondo, ma per ora ti basta sapere che anche il packaging è un canale per trasmettere l’identità del negozio distaccandoti dalla concorrenza.

Ricorda che più sei diverso e più verrai ricordato… le persone si ricordano delle “differenze” non delle “uguaglianze”.

7 – PRODOTTI WHITE LABEL:

Tutto quello che abbiamo visto fino ad ora ti permette di alzare la percezione di tutto ciò che vendi e aumentare il fatturato negozio.

Il tuo negozio, in questo modo, passerà da un livello razionale ad un livello emozionale e inconscio. Questo è il motivo per cui si riesce a vendere gli stessi prodotti ad un prezzo sopra la media.

Perchè i tuoi clienti non comprano solo prodotti, comprano anche le emozioni che gli stai trasmettendo.

Nei primi cinque punti ti ho spiegato come riuscirci e ora voglio svelarti un altro punto che è tanto sotto gli occhi di tutti quanto il meno utilizzato nel mondo dei piccoli e medio negozi: I prodotti White Label.

I prodotti White Label sono quei prodotti che tu hai acquistato senza etichetta da un fornitore disposto a darteli in modo che tu possa applicare la tua marca.

Quale modo migliore per poter far prezzi più alti di avere dei prodotti che non ha nessuno?

Il white Label ti aiuta proprio in questo.

Certo, qui si apre un mondo e credo sia un mondo fantastico, la tua abilità sarà quella di scegliere i prodotti più adatti al tuo target e di proporli in modo che sembrino qualcosa di straordinariamente nuovo e mai visto.

Per intenderci, non basta applicare la tua etichetta, questo come sempre è un gioco di percezioni e packaging.

 

Questi sono i primi elementi su cui devi lavorare per creare un brand.

Diciamo che sono quelli più visivi.

Ma poi ci sono altri aspetti da considerare. Ad esempio anche il linguaggio che usi è importante. Sia quello delle comunicazioni pubblicitarie sia quelle che userai nel negozio stesso, ad esempio se un negozio ha come target i teenager userà i loro stessi slang.

L’unico modo per fare la differenza, in un mondo dove i clienti sono bombardati da informazioni e pubblicità e spiccare in un mondo dove tutti voglio vendere qualcosa, è seguire quello che hai imparato qui.

Scegli di essere un negozio specializzato, trova un CdB potente e posizionati in cima alla scala mentale dei tuoi clienti solo così potrai aumentare il fatturato del negozio!

 

Infine…

Tutte le tue pubblicità devono ricalcare il tuo Cavallo di Battaglia.

Riuscirai a farlo se parlerai in modo SPECIFICO al tuo TARGET, sfruttando le LEVE che lo muovono all’acquisto e comunicandoglielo nel POSTO giusto e se userai tutti gli elementi che rappresentano il negozio.

Quello che devi sempre avere in testa, quando crei le tue comunicazioni, sono queste tre cose:

  • P.E.P -> Leve: Quali sono le leve che muovono all’acquisto il tuo target?
    Che sia una o che siano molte fai un elenco dettagliato. Stimola il pubblico che vede le tue pubblicità d’impatto parlandogli proprio di questi P.E.P.
  • CHI -> Target: Qual è il target specifico al quale decidi di rivolgerti?
    SCEGLILO.
    So che serve coraggio ma fallo. E questo vale soprattutto durante le tue campagne pubblicitari. Scegli immagini, colori e parole che si riferiscano direttamente a lui. Altrimenti l’impatto delle tue pubblicità diminuirà drasticamente.
  • DOVE -> Luogo e mezzi: In quale modo e con quali mezzi pubblicitari riesci a raggiungere il tuo pubblico?
    E’ importante scegliere DOVE ti pubblicizzi perché una pubblicità d’impatto nel posto sbagliato non servirà a nulla.
    Questa è la chiave per non dover più attendere passivamente il tuo pubblico, sarai tu ad andare a prenderlo!

Ora che hai trovato la tua posizione nel mercato, ora che hai un Cavallo di Battaglia da utilizzare puoi pensare alla fase di Pubblicizzazione del negozio >>

Fai tutto ciò che è in tuo potere per capire e applicare questi concetti, perché sono le fondamenta del tuo successo.

Dagli la massima importanza.

Alla prossima!