ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in verticale, gira il tuo tablet/smartphone.

ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in orizzontale, gira il tuo tablet/smartphone.

Ciao negoziante!

Ecco l'indice di questa lezione, clicca se vuoi andare direttamente al punto:

Buona lettura!

Lo sai quali sono gli errori più comuni per chi deve allestire una vetrina di una farmacia o para-farmacia? Sono questi due:

  • Gestirla come un magazzino, mettendo davvero troppi prodotti esposti. Con la convinzione che tanti prodotti esposti sono uguali a tante vendite, perché il cliente compra solo se vede.
  • Gestirla come uno spazio illustrativo dove i prodotti sono “spiegati” usando tanti cartelloni o poster, senza seguire un senso logico.

In entrambi i casi la vetrina è semplicemente uno spazio vuoto da riempire.

Hai mai pensato, invece che anche in questo settore è possibile usare la vetrina come uno spazio capace di coinvolgere il cliente per farlo entrare e comprare nel tuo negozio? O per promuovere e mettere l’attenzione sul prodotto di punta di quel mese?

Come?

Usando 3 chiavi, 3 leve che mettono l’attenzione sul tuo prodotto e sulle sue caratteristiche, creando una scenografia intorno ad esso.

#1. 3 CHIAVI PER ALLESTIRE LA VETRINA DI UNA FARMACIA O PARA-FARMACIA

Queste 3 chiavi sono:

  1. Suscitare emozioni.
  2. Sollevare un problema che poi i tuoi prodotti sono in grado di risolvere.
  3. Appagare un esigenza del tuo cliente.

Ogni volta che allestisci la tua vetrina, infatti è molto importante che questa sia in grado di suscitare emozioni nel tuo cliente, proponendo una soluzione ad un suo problema o ad una esigenza grazie all’uso dei tuoi prodotti.

Facciamo un esempio facile, mettiamo il caso che tu deva allestire la vetrina estiva, dove i prodotti di punta sono i solari.

Il tuo obbiettivo sarà quello di suscitare emozioni usando il tema delle vacanze al mare, grazie a decorazioni come la sabbia, gli ombrelloni e le sedie a sdraio. In questo modo il passante si visualizzerà in quella situazione e si ricorderà che ha bisogno di quel prodotto per la sua vacanza.

Quindi cosa fare? Usa l’intera vetrina solo per questa occasione, usando una scenografia come quella che vedi in questa foto.

scenografia per la tua vetrina dei solari tratta da www.paperblog.com

In più puoi aggiungere un cartellone, o una vetrofania, per mettere in evidenza i vantaggi dell’uso dei solari, o i problemi che si hanno quando non si usano.

Guarda per esempio questo cartellone e la disposizione dei prodotti e delle decorazioni nella vetrina sotto…

poster per la tua vetrina dei solari

 

vetrina L’Occitane

Messe insieme creano una vetrina degna di essere chiamata vetrina.

Ecco un esempio sempre con una vetrina dii solari dove l’attenzione viene messa sulla promozione:

A questo punto potrai chiederti come applico nella pratica le 3 chiavi alla mia vetrina?

Seguendo tre semplici regole.

# 2. 3 REGOLE PER ALLESTIRE LA VETRINA DI UNA FARMACIA O PARAFARMACIA

Queste 3 regole, sono:

  1. La scelta del tema per agganciare il tuo cliente sfruttando l’aspetto emozionale.
  2. L’uso della coerenza fra tema, prodotto e strutture espositive, per creare una vetrina che attragga l’attenzione del tuo cliente target.
  3. La scelta di un cartellone o poster in linea con il prodotto, per fare leva sulle esigenze o sui problemi del tuo target.

La coerenza parte quindi proprio dalla scelta del tema che deve essere in linea con il prodotto.

Solo dopo aver definito il tema puoi scegliere le decorazioni che faranno da sfondo alla tua vetrina.

Se per esempio decidi di usare come prodotto di punta il tachifludec, allora il tema potrebbe essere “una giornata d’inverno nel tepore della propria casa”.

Come allestire questa vetrina? Con che decorazioni?

Hey, aspetta un attimo prima di continuare, c’è una cosa di cui vorrei parlarti. Si tratta di un segreto che è rimasto “sommerso” per anni, e pur essendo una cosa tanto antica, per la maggior parte dei proprietari di negozi appare come una cosa nuova. Presta attenzione a questa frase:

Più cresceranno le tue competenze e maggiori saranno i risultati del tuo negozio.

Pensaci bene, se hai fatto la giusta esperienza nel mondo del retail hai già capito quanto è profondo questo concetto, l’importanza della conoscenza è una verità che esiste da migliaia di anni eppure oggi sembra che in molti vadano solo di corsa senza una direzione.

Ma tu ovviamente sei diverso, perché se sei qui e stai leggendo queste righe significa che sei già orientato a sviluppare le tue competenze, quindi non fermarti, fai un passo avanti, puoi iscriverti gratuitamente alla Cliento School e dare inizio ad un vero percorso,

sarai costantemente aggiornato sulle più avanzate strategie e sulle nuove meccaniche per la gestione del negozio, così in un mondo in continuo cambiamento le tue competenze saranno sempre al passo: vieni a sbirciare la pagina di iscrizione, ci vogliono pochi secondi, iscriviti adesso »

Immagina la tua vetrina con un fondale che riproduce una finestra da cui si vede un paesaggio innevato, davanti invece puoi inserire un finto caminetto, una poltroncina con un plaid e su un tavolino una tazza con accanto esposte alcune confezioni di tachifludec.

Infine il cartellone o la vetrofania che spiega i vantaggi dall’uso dell’anti-influenzale.

Così il cliente, associa il tachifludec ad una situazione familiare e “piacevole”, dato che accomuna il sintomo, allo stare in casa per “recuperare le forze”, aspetto emotivo, a cui si aggiunge l’esigenza/problema di guarire dall’influenza.

Per i tuoi allestimenti puoi prendere spunto anche dalle foto che trovi sui siti come istockphoto o 123RF, come quella che vedi qui sotto.

Oppure puoi fare riferimento anche a vetrine di altri settori (come le profumerie, la cosmetica etc…) sfruttando possibili idee di scenografie che vedi realizzate in altri negozi.

Ecco un esempio di vetrina completa:

Bene, ora che conosci le tecniche per allestire una vetrina di una farmacia o parafarmacia, puoi seguire i consigli su come allestire le vetrine in ogni periodo dell’anno seguendo le lezioni da qui: come allestire la vetrina di un negozio >>

Alla prossima,

Elena Gaddò
autrice del corso
Le vetrine si fanno così >>

Cliento School