ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in verticale, gira il tuo tablet/smartphone.

ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in orizzontale, gira il tuo tablet/smartphone.

Il colore ha un ruolo fondamentale nell’arredamento del tuo negozio. Il colore è una componente che trasmette al cliente l’identità del tuo negozio.

Sono Arianna di Arredabook e arredatrice, e sono qui per aiutarti a capire come colorare le pareti di un negozio. Oggi parliamo di come colorare le pareti di un negozio,  prima di andare al sodo devo farti una parte di premessa, in modo da farti capire in seguito perché fare certe scelte di colore oppure no.

 

 

1. Quello che devi sapere sui colori.

Si potrebbe dire che i colori sono le tante facce di un unico dado, che è la luce. A ogni colore corrispondono infatti determinate frequenze e lunghezze d’onda, in altre parole, i colori sono quantificabili e misurabili come “energia” di luce.

Il colore quindi trasmette una certa energia, che viene percepita dalle persone. Per questo bisogna scegliere il giusto colore, in modo da trasmettere la giusta sensazione al cliente che entra nel tuo negozio.

Vediamo cosa trasmettono i colori così definiti “primari” che sono il rosso, il giallo e il blu.

colori-pareti-negozio

Il rosso:

è il colore della forza, della vitalità e della passione in tutti i sensi, aumenta la produzione di adrenalina e spinge all’azione.

Il giallo:

è un colore vivace che rappresenta il rapporto con gli altri, è il colore che simboleggia la luminosità solare e la spiritualità, è associato al lato intellettuale con effetti di stimolo e aiuto nello studio. (guarda caso è il colore del Tucano della Cliento School…)

Il blu:

è il colore della calma, modera e fa dimenticare i problemi di tutti i giorni: per tale ragione le pareti tinteggiate di blu tranquillizzano. Lo sai che la cromoterapia utilizza il blu per curare stress, nervosismo, ansia, insonnia, irritabilità e infiammazione? Inoltre, sempre la cromoterapia, lo considera dotato di capacità antisettiche, astringenti e anestetizzanti.

Questi colori primari, mescolati tra di loro, danno origine ai colori “secondari” come il verde, l’arancio e il viola.

Unendo fra di loro i colori secondari, in ogni combinazione possibile, riusciremo a ottenere tutti i colori esistenti in natura che, a loro volta, si distinguono in:

  • caldi (rosso, giallo, arancio, beige…)
  • freddi (viola, blu, verde…)
  • neutri (bianco, nero, grigio)

Alcuni appartenenti a queste categorie possono diventare freddi o caldi in base alla tonalità. Un esempio può essere il giallo limone e il rosso che tende al viola (giallo e rosso sono caldi ma in queste tonalità risultano freddi).

Anche il caldo e il freddo sono fattori importanti per la scelta del colore delle tue pareti, dipende molto da cosa vendi. Ora che abbiamo delle basi sul colore, possiamo passare alla domanda: come colorare le pareti di un negozio?

 

 

2. Come colorare le pareti di un negozio di….?

Per prima cosa parliamo dell’ingresso e degli spazi di passaggio (se ne hai), che indipendentemente dalla tipologia del tuo negozio dovranno avere un colore chiaro, come beige, grigino e bianco. Questo perché aiutano ad illuminare lo spazio, in modo da non fare sentire “soffocato” il cliente.

Ora passiamo ad alcuni esempi con tipologie specifiche di negozi:

 

a. Qual è il colore giusto per l’arredamento di un negozio di alimentari?

In questa categoria regna l’azione; il rosso richiama il colore del fuoco che predomina ed è molto adatto alle macellerie. Il giallo può mitigare questa “forza” in favore di un’atmosfera più equilibrata, tra gli effetti sul nostro corpo ad esempio, il giallo stimola la digestione. (guarda caso sono i colori del McDonald’s).

Certo dipende da che negozio di alimentari hai, se parliamo di alimenti Bio, allora è meglio usare colori che richiamano la natura come il beige e il verde.

 

b. Quali sono i colori delle pareti di una cartoleria?

Sono indicate tonalità di rosso, giallo e arancione che vanno combinati con tinte pastello in modo da favorire l’energia, ma senza esagerare.

 

c. Quali sono i colori per le pareti di un negozio parrucchiere? E per un centro estetico?

Il centro estetico è un esempio di negozio che ha vari spazi che necessitano di essere colorati in modo diverso. Infatti ha un’ ingresso e in genere uno spazio di passaggio che porta a diverse stanze. In queste parti servono colori neutri. Mentre per gli ambienti dove si svolgono, ad esempio, i massaggi servono delle pareti colorate con tinte pastello, come verde chiaro, azzurro o lavanda che hanno un effetto rilassante e rinfrescante, stimolano la tranquillità, rilassano e calmano i nervi.

 

d. Come colorare le pareti di un negozio di abbigliamento?

Il colore dipende in base al tipo di abbigliamento che trattati. Ha senso usare colori energici e tocchi di colori accesi per l’abbigliamento da ragazzi, colori pastello per l’abbigliamento bimbi, colori seducenti come viola, con alcuni elementi neri o fuxia per i negozi di intimo.

Attenzione! Questi sono esempi generici, ma ci sono dei fattori che variano in base al tuo negozio e che è bene considerare.

 

 

 

3. Quando scegli un colore per le pareti di un negozio valuta:

  • Le attività che vengono svolte nei vari ambienti. L’entrata ha un ruolo, il camerino ne ha un altro.
  • Le dimensioni del negozio e la luminosità naturale. Se il tuo negozio è piccolo bisogna dipingere le pareti in modo da farlo sembrare più grande e luminoso (dopo vediamo come)
  • I colori già presenti nell’arredamento (mobili, tende, stoffe, ecc…). In particolare se devi ristrutturare il negozio devi considerare i mobili che già hai, se capisci che è più importante il giusto colore della parete allora valuta di fare un restyling anche dei mobili, a volte basta una semplice passata di colore.
  • Il gusto personale (ogni persona, che ne sia conscia o meno, possiede un colore ideale che piacendo agisce beneficamente sulle sue emozioni). Ma dal momento che hai scelto un certo tipo di specializzazione vedrai che sarà naturale scegliere il colore in base anche a quello che ti senti.
  • L’ubicazione dell’ambiente (mare, montagna, città, campagna, ecc…). Mi pare chiaro, se hai un negozio in campagna e mi usi uno color azzurro mare stona un bel po’.
  • La tua specializzazione. Come abbiamo visto prima il colore per una macelleria è molto diverso che per un negozio Bio, anche se sono entrambi alimentari. Se hai di tutto e di più capisci come anche un semplice colore da parete può diventare una scelta difficile. Quindi è fondamentale avere letto la sezione Vinci La concorrenza: Le basi del marketing per negozi

E’ comunque molto importante ricordare che ogni attività necessita il proprio studio di colori.

 

 

4. Gli effetti del colore sulle pareti

Una volta scelto il colore per le pareti del tuo negozio, devi anche sapere come sfruttarlo per migliorare il negozio stesso.

 

a. Se il tuo negozio ha soffitti alti:

sono molti belli ma talvolta rovinano le proporzioni dei locali. Ecco il rimedio: tinteggiare le pareti con colori chiari e il soffitto con colori più scuri.

Soffitto e pavimento più scuri si attraggono: l’ambiente appare basso e largo.

 

 

b. Se il tuo negozio è piccolo (o se hai stanze piccole) ed il soffitto basso:

è preferibile tinteggiate le pareti e il soffitto con colori chiari per far sembrare l’ambiente più ampio e più alto, se poi il soffitto avrà una gradazione di colore più debole rispetto a quella delle pareti la stanza sembrerà ancora più alta.

Hey, aspetta un attimo prima di continuare, c’è una cosa di cui vorrei parlarti. Si tratta di un segreto che è rimasto “sommerso” per anni, e pur essendo una cosa tanto antica, per la maggior parte dei proprietari di negozi appare come una cosa nuova. Presta attenzione a questa frase:

Più cresceranno le tue competenze e maggiori saranno i risultati del tuo negozio.

Pensaci bene, se hai fatto la giusta esperienza nel mondo del retail hai già capito quanto è profondo questo concetto, l’importanza della conoscenza è una verità che esiste da migliaia di anni eppure oggi sembra che in molti vadano solo di corsa senza una direzione.

Ma tu ovviamente sei diverso, perché se sei qui e stai leggendo queste righe significa che sei già orientato a sviluppare le tue competenze, quindi non fermarti, fai un passo avanti, puoi iscriverti gratuitamente alla Cliento School e dare inizio ad un vero percorso,

sarai costantemente aggiornato sulle più avanzate strategie e sulle nuove meccaniche per la gestione del negozio, così in un mondo in continuo cambiamento le tue competenze saranno sempre al passo: vieni a sbirciare la pagina di iscrizione, ci vogliono pochi secondi, iscriviti adesso »

Le pareti più scure si attraggono: l’ambiente appare più alto e stretto.

come-colorare-le-pareti-negozio

 

 

c. Se il tuo negozio è stretto e lungo

dobbiamo tinteggiare la parete frontale con un colore scuro e forte per far perdere profondità all’ambiente, la tonalità di colore calda rafforza l’effetto, in questo modo la parete posta in risalto sembrerà ancora più vicina perchè cattura l’attenzione dello sguardo.

 

d. Altre linee guida utili:

Per tutti gli ambienti piccoli sono sempre consigliabili colori chiari, preferibile il bianco che permette eventualmente di giocare con accessori colorati. I colori chiari danno l’effetto di allargare gli ambienti mentre, al contrario, i colori scuri ed intensi hanno l’effetto di rimpicciolire i locali anche di un 10%.

La parete posta di fronte alla vetrina (o finestra), che riceve maggiormente la luce, se viene dipinta con colori chiari aumenta la luminosità, mentre con colori scuri la diminuisce.

 

 

 

5. REGOLA IMPORTANTE.

Scegli un colore base per ogni ambiente del tuo negozio e gioca con le sue diverse tonalità e sfumature senza mescolare troppi colori, avrai un effetto molto più elegante e armonioso.

Non tutte le pareti devono essere colorate, si possono utilizzare molte soluzioni come riquadri colorati, righe, ecc… l’importante è sempre l’abbinamento dei colori e l’armonia nell’insieme che comprende tutto l’ambiente (accessori, tappeti, tende, arredamento, ecc…).

Alla prossima,

Arianna Trombini di
Arredabook.it
Studia, agisci, misura, migliora!

Cliento School