Come fare le vetrine per la befana

Se non sei nel periodo dei saldi o proprio non li fai? Puoi valutare di creare le vetrine per la befana.

E’ appena finito il Natale e non è facile pensare già ad un altro tema, ma con l’epifania puoi fare anche dei semplici richiami in modo da non diventare troppo pazzo.

Quali negozi possono allestire la vetrina per la befana?

Se hai un negozio che vende dolci, un negozio di alimentari non puoi evitare di allestire le vetrine per la befana, questo tema è fatto apposta per i tuoi prodotti.

Ma anche i negozi che vendono calze possono approfittare di questa festività.

E se si crea il taglio giusto, anche le gioiellerie o i negozi che hanno a che fare con i bambini o le donne possono realizzare una perfetta vetrina. Nella lezione ti farò degli esempi pratici per mostrati come dare questo taglio in modo da capire insieme se anche tu puoi sfruttare questo tema.

In linea di massima o vendi prodotti che la gente in questo periodo compra o crei TU il prodotto o l’iniziativa per dare il taglio giusto.

Il  2 grandi errori.

1) In questa festività è facile cadere nell’amatoriale.

Le decorazioni amatoriali portano ad abbassare il valore percepito dei tuoi  prodotti e del tuo negozio stesso.

Devi cercare quindi di prendere i simboli che richiamino questa festività, per poi giocare con la vetrina, in modo da evitare di mettere la classica befana in vetrina (questo vale solo se non vendi la befana!) che rende solo datato l’intento di creare una decorazione a tema.

2) Le vetrine si riempiono di cartelli scritti a mano.

Mai, non farlo mai. A meno che tu non abbia come target i bambini e quindi organizzi un’iniziativa per coinvolgerli appendendo nelle vetrine  i loro disegni.

Ma attenzione non appiccicare i disegni con dello scotch sulla parete o sul vetro, perché potresti ottenere un effetto amatoriale. Un’ottima alternativa per sfruttare quest’iniziativa potrebbe essere magari quella di appendere nelle vetrine per la befana dedicate ai bambini i disegni realizzati dai bambini con un filo di spago e attaccare i disegni tra una calza e l’altra.

Qualsiasi cosa deve essere fatta in modo professionale.

Da cosa partire per realizzare la vetrina?

Come ho accennato prima, si parte dai simboli e si scrive prima di tutto un bel brainstorming, chiedendoti:

“Se penso all’epifania, quali sono i simboli che mim vengono in mente?”

A me personalmente vengono in mente:

  • Mirra
  • Incenso
  • Oro
  • Cometa
  • Cammello
  • Calze
  • Scopa
  • Dolci
  • Notte
  • Luna
  • Sacco
  • Carbone
  • ecc…

Con questi simboli puoi fare dei richiami all’epifania in vetrina, aiutandoti con decorazioni, fondali e applicando le 8 regole da urlo per allestire una vetrina >> 

Ora passiamo al lato ancora più pratico, che servirà per stimolare altre idee.

#1 ESEMPI PER CREARE DELLE VETRINE PER LA BEFANA:

Il tema dei Re Magi.

Una gioielleria può sfruttare il tema dei Re Magi, mettendo in vetrina dell’incenso, una ciotola con dentro della mirra e un scatola in legno dal quale far fuoriuscire i gioielli in oro.

Il tutto può essere messo in risalto con uno sfondo creato appositamente per quest’iniziativa con una stampa che rappresenta una stella cometa oppure una cammello.

Come questa di istock photo:

vetrine epifania

Con pochi tocchi hai fatto un richiamo a questa festività senza cadere sull’amatoriale.

La paglia.

Per rendere ancora più personalizzata e tematica la vetrina per la befana aggiungerei anche della paglia come base su cui appoggiare i vari oggetti e decorazioni.

vetrine festa befana

Inoltre se ti fosse possibile potresti anche lasciare acceso l’incenso, in modo da catturare i passanti con il movimento del fumo (ovviamente questo dipende dalla struttura della vetrina).

Le calze per gli adulti.

Un altro esempio di decorazione per le vetrine per la befana,  potrebbe essere quello di lanciare l’idea di creare delle calze dell’epifania per gli adulti, la maggior parte dei negozi potrebbero creare questo pacchetto regalo.

Ad esempio un negozio di cialde da caffè  può inserire in vetrina una bella calza, magari in juta, facendo fuoriuscire le cialde di caffè miste a dei pezzi di carbone.

In questo caso vedo bene uno sfondo che rappresenti una luna (simbolo molto legato all’immagine della befana):

vetrine befana luna

 

Se hai un negozio di abbigliamento o di calzature puoi appendere su dei fili di spago tante calze vere e creare una decorazione in modo che i capi d’abbigliamento o le calze si incrocino tra loro come in questa foto:

vetrine calze befana

Chi ha un negozio vintage o artigianale, come ad esempio un laboratorio di pasticceria, può giocare con dei fondali creati con delle immagini con un effetto vintage, come quest’immagine in cui una bimba che cerca di prendere la calza:

vetrine epifania vintage

Le scope.

Guarda come questo negozio di ottica ha usato le scope di saggina come degli originali espositori per gli occhiali. Anche se personalmente, per dare un taglio più da vetrine per la befana, aggiungerei nella base dei pezzi di carbone e un fondale più a tema befana.

vetrine scope befane

#2 LA LUCE PER ILLUMINARE LE VETRINE PER LA BEFANA:

Indipendentemente dal cosa vendi se nella tua vetrina hai dei faretti regolabili renderei più bui i lati della vetrina e concentrerei la luce dei faretti sui prodotti di punta, in modo da creare un fascio luminoso che permetta di concentrare l’attenzione proprio su quei prodotti.

Potresti anche aggiungere dei vasi di vetro decorati in modo tale che siano adatti al tema dei Re Magi, con dentro delle candele per creare l’ambientazione notturna di questa festività.

vetrine-decorazioni-6-gennaio-epifania

Puoi anche prendere delle piccole luci da attorcialgliare, in modo da richiamare le stelle.

#3 LE INIZIATIVE VANNO FATTE RISALTARE:

Se lanci un’idea per invogliare all’acquisto cerca di ricordarti della regola n° 4 delle 8 regole da urlo: le iniziative vincono sempre.

Ma per avere risultato ricordati di inserire una vetrofania o un manifesto (stampato e graficamente ben fatto) con una frase ben pensata e che spighi con poche parole la tua iniziativa.

Magari sfruttando un manifesto da mettere in vetrina a modi pergamena:

vetrine re magi

Ad esempio un centro estetico potrebbe realizzare un concorso per le donne.
E fare un richiamo all’epifania usando il tema anche nelle parole. Ad esempio:

“Ogni anno ti chiamano Befana?

Noi alle Befane regaliamo un massaggio per togliersi questo stress.

Entra per…”

Con un concorso del genere lo scopo non è  quello di vendere il prodotto, ma bensì quello di sfruttare questa festività per fare database e raccogliendo email, sms ecc… : 3 fasi per incrementare le vendite in un negozio >>

Come vedi con piccoli dettagli cerare una vetrina wow, senza impazzire troppo.

L’importante è dare un obiettivo alle tue vetrine per la befana ed essere professionali.

Alla prossima!

Elena Gaddò
autrice del corso
Le vetrine si fanno così >>

2017-11-29T12:10:48+00:00