Cosa faccio lo apro un blog? Ma poi a cosa serve avere un blog per un negozio? E come farò a gestirlo? Non ho tempo! Uff, non so che cosa fare, Blog si o Blog no?

I negozianti che ci seguono hanno mille domande a riguardo, alcuni di loro si sono già buttati in questa avventura ma senza avere risultati concreti.

Per questo abbiamo realizzato una lezione che ti aiuterà a capire a cosa serve avere un blog e soprattutto come deve essere fatto per un negozio.

Ti tolgo subito un dubbio: Il blog per un negozio può servire ma…

  • Solo se impari a farlo bene
  • E se lo fai seguendo delle piccole furbizie che ti aiuteranno a risparmiare tempo. E’ ovvio che se pensiamo al classico blog con 10 uscite settimanali non è una cosa fattibile per un negoziante che ha mille cose da gestire.

Ormai dovresti saperlo,  noi della Cliento School pensiamo sempre a trovare le soluzioni migliori per un negozio.

* Se è la prima volta che ci segui devi sapere che questa è una lezione del nostro corso gratuito. Se vuoi andare all’indice clicca qui  COME PUBBLICIZZARE UN NEGOZIO >>

Bene, con questa lezione avrai tutte le risposte che cerchi. Insieme vedremo:

  • A cosa serve il blog per un negozio
  • Come usarlo per attirare nuovi clienti
  • Come usarlo per diventare il punto di riferimento del tuo settore
  • Da che parte cominciare per non perdere tempo!
  • Come si scrive un articolo che crei VERO interesse
  • Come trovare le idee per creare degli articoli
  • La scheda con la struttura perfetta per il blog

Ma mettiamo le cose nel giusto ordine e cominciamo…

#1 A cosa serve il Blog per un negozio?

Sono due i principali motivi per cui ad un negozio può servire il blog, eccoli:

a) Aumenta la tua autorità

Gli articoli sono l’anima del blog, attraverso questi hai la possibilità di incuriosire il tuo potenziale cliente, grazie a ciò che scrivi puoi far capire il tuo valore e di conseguenza aumentare la tua autorità.

Attraverso l’autorità, quindi dimostrandoti un esperto del settore, puoi apparire agli occhi del potenziale cliente come un indiscusso punto di riferimento. In questo punto l’obiettivo è essere percepito come il negozio migliore a cui affidarsi.

Eh eh… dai non ti stuzzica l’idea di condividere con gli altri tutte le tue conoscenze?  Ed è proprio grazie agli articoli che puoi far vedere quanto sei esperto nel tuo settore.

“Uhm.. non saprei, ma ho capito, è importante! Però cosa posso scrivere?”

Facciamo finta che tu abbia un negozio che vende cialde di caffè, naturalmente dovrai scrivere degli articoli inerenti al tuo settore e dunque al caffè.

Facciamo finta che sia estate. Cosa puoi dare di valore sfruttando questa stagione? Per prima cosa fai una ricerca (o fai fare una ricerca) su Google, e vedi che cosa cerca la gente riguardo al settore del caffè. In questo caso navigando scoprirai che le persone cercano ricette sulle bevande fredde al caffè.

Tlin! Ecco che si accende la lampadina e decidi di scrivere un articolo del tipo: 5 bevande al caffè freddo, le ricette complete.

Non pensi che se scrivi articoli del genere le persone possano cominciare a considerarti “Utile” ? Bene, a furia di vederti in quest’ottica sarà solo questione di tempo e ti considereranno anche il loro punto di riferimento!

E’ come se ogni articolo del blog che leggono ti rendesse sempre più importante, ma attenzione, non basta scrivere, occorre scrivere qualcosa di utile e che interessa davvero al tuo pubblico!

Passiamo ora al secondo motivo per cui avere un blog per un negozio può essere utile.

b) Aumentare la tua lista di contatti: Aggancia

Un’altro scopo del blog per un negozio è agganciare il cliente in target. Infatti è il mezzo di cui puoi servirti per raccogliere i suoi dati o per poterlo ri-contattare in seguito con il re-marketing.

Questo è molto importante perché ti permette di crearti una base di clienti fedeli.

Ti ricordi del Retail Funnel?

I-clienti-si-comprano---Retail-Funnel

Non sai cos’è il Retail funnel? Vai subito a leggere la lezione: incrementa le vendite in un negozio: le tre macro fasi>> è la prima cosa da studiare! Hai già fatto? Bene allora adesso sai perché è così importante riuscire a creare un database.

“Si, il concetto è chiaro. Ma io come posso realizzare un blog? E come posso raccogliere questi dati?”

Lo sono le domande a cui rispondere sono molte, continuiamo…

Per riuscire a portare i clienti a lasciare il loro contatto devi innanzi tutto creare dei banner grafici da inserire nell’articolo che andrai a scrivere. Questi banner devono portare ad una pagina (landing page) dove ci saranno i campi da compilare come nome, email etc…

Per far farti capire meglio abbiamo preso come esempio un articolo dal sito di matrimonio.com:

Blog per un negozio

Come si vede da quest’immagine, alla fine dell’articolo in basso esce un banner rosa con del testo accattivante ed un pulsante che dice “Partecipa al concorso” , cliccando su quel pulsante puoi visitare la landing page di matrimonio.com e visionare il regolamento del concorso, le testimonianze e soprattutto, troverai il form con i campi da compilare per la registrazione al concorso.

Ed ecco che quando il potenziale cliente compila il form.. hai raccolto il contatto e il tuo database di potenziali clienti cresce sempre di più!

“Come fare” e “quali strumenti usare” per aprire un blog e per raccogliere i contatti lo vedremo dopo.

Per ora ricordati solo a cosa serve il blog:

  • Aumentare la tua autorità. Come? Scrivendo articoli di valore.
  • Agganciare i potenziali clienti che hanno letto il tuo articolo. Come? Inserendo dei banner accattivanti o dei link che portano alla landing page con il form da compilare.

#2 Guida alla scrittura degli articoli per un negozio

Adesso che sai perché il Blog può essere utile per il tuo negozio voglio darti qualche consiglio pratico per iniziare:

  • Non fare il blog. Si esatto. Non farlo!“Scusa ma prima mi dici che può essere utile e poi mi dici di non farlo?”.No non ti preoccupare, non ho preso un colpo di testa. Quando dico di non fare il blog intendo non creare un blog come gli altri. Con tante uscite settimanali e articoli da 300 parole che non servono a nulla. Ti bastano pochi articoli, anche solo una dozzina, da far girare nelle tue pubblicità, l’importante è che siano utili e di valore al tuo target!Quindi?
  • Inizia scrivendo cinque o sei articoli, scrivili bene seguendo le linee guide che ti darò nei prossimo capitoli. Ripeto: crea del materiale di vero valore e che sia davvero utile!
  • Non scrivere nel menu del sito “Blog”, così sminuisci il tuo sapere. “Scusa ma se è un blog e non devo scrivere che è un blog, che cosa devo scrivere?”. Scrivi una frase che valorizza di più i tuoi articoli come “Consigli per…” in modo che anche il più pigro dei visitatori sia incuriosito.Esempio 1: il negozio di cialde di caffè nel menu del sito può scrivere:
    Ricette al caffè >> e al suo interno puoi inserire articoli come:
    – 5 bevande al caffè freddo: le ricette complete
    – 3 dolci al caffè senza cotturaEsempio 2: un negozio che vende acquari puoi creare un pulsante menu come:
    Consigli per il tuo acquario>> Cliccando si vedranno i 10 articoli, ad esempio:
    – Come pulire il tuo l’acquario in breve tempo
    – I 10 acquari più belli in EuropaEsempio 3 Se invece hai un negozio di abbigliamento:
    Come vestirti in base al tuo corpo >> E scrivi articoli del tipo:
    – Quali sono le forme dei fianchi più comuni e come scegliere una gonna adatta…
    – Come vestirsi per nascondere la pancetta di troppo…

Tutto chiaro? Bene, passiamo al prossimo punto!

#2B Le regole per ottenere un migliore risultato dai tuoi articoli.

Bene, ora vediamo alcune regole veloci che ti aiuteranno nella stesura del testo. Ad esempio quando scrivi devi ricordarti che anche l’occhio ha la sua parte! Infatti una delle cose su cui fare attenzione è la facilitare la lettura:

  • Scrivi almeno 1000-1500 parole (ricorda, devi dare valore non devi fare un semplice blog, altrimenti meglio non farlo!).
  • Usa un carattere (font) chiaro e semplice.
  • Evita di usare font differenti, usa i grassetti per ricalcare i concetti principali o grandezze diverse per i titoli dei capitoli.
  • Scrivi un’introduzione che faccia capire da subito di cosa tratterà l’articolo
  • Dividi il testo in capitoli e sotto-capitoli
  • Usa i bullet point. (L’elenco puntato)
  • Dai sempre del TU. Sempre!
  • Inserisci delle immagini grandi.
  • Scegli immagini professionali e che diano carattere e il giusto stile all’articolo. Devono avere una buona risoluzione e non devono essere protette da copyright. Ti consiglio di cercare le immagini per il tuo articolo su siti professionali come: Pixabay.com>>.
  • Metti un saluto finale ricorrente. Esempio: “Da Anna, il tuo negozio di acquari”.
  • Inserisci i bottoni per la condivisione con i social.
  • Inserisci la funzione “cerca nel sito”.
  • Non usare sfondi complessi. Scrivi sul bianco. Se il tuo sito ha sfondi particolari allora imposta il blog all’interno di un blocco bianco.
  • Alla fine dell’articolo e nella barra laterale del sito devi inserire il banner per promuovere l’iscrizione alla newsletter del negozio, ancora meglio se fai un’offerta del tipo: Iscriviti e ricevi in regalo 3 cialde con i nuovi gusti dell’anno!

Per darti un’idea di come può essere strutturato il testo del tuo blog ecco un articolo di Bottega Verde>>, vedi come il testo è chiaro e leggibile in questo articolo?

Questo è l’aspetto che devi dare ai tuoi articoli nel blog, se vuoi che il tuo potenziale cliente legga l’articolo fino alla fine!

 

#3 Come farsi venire le idee per il tuo blog

Forse ti stai spaventando all’idea di dover scrivere dieci articoli, magari hai paura di essere a corto di idee, ma in realtà se ci pensi bene puoi prendere spunto da ciò che ti circonda, innanzi tutto:

Ascolta i tuoi clienti!

Le richieste e le domande dei clienti, sono il primo appiglio per riuscire a ottenere delle idee sugli argomenti migliori, ad esempio non ti è mai capitato che una cliente entrando nel tuo negozio ti chiedesse come utilizzare un prodotto o come fare una determinata cosa?

Una volta mi sono trovata in un negozio di abbigliamento e la cliente, prima di me, chiedeva quali fossero i colori che si abbinavano meglio alla sua carnagione.

Tlin, Tlin, ecco un’idea! >> “I trucchi per scegliere il giusto colore da indossare in base alla propria carnagione”

Ti racconto un’altro episodio… Una mattina ero al panificio ed una signora chiedeva alla panettiera la ricetta di un dolce che vendevano nel negozio. Tlin, altra idea! >> Ricetta per….

Sono sicura che adesso ti stanno venendo in mente tutte le richieste dei tuoi clienti, forse a volte possono essere estenuanti, ma puoi sempre utilizzare le loro domande a tuo vantaggio!

Ad esempio la prossima volta che ti chiedono una domanda di cui hai scritto un articolo li mandi sul tuo sito… dove, come abbiamo detto sopra, c’è anche il form per raccogliere contatti… comincia a capire perché il blog se usato bene può essere un potente strumento di marketing anche per il tuo negozio?

“E se non ho altre idee dove posso cercare nuove informazioni?”

Umh, fammi pensare… ma certo c’è Google! Il re dei motori di ricerca è ricchissimo di idee e consigli, ti mostra ciò che la gente cerca!

Ma non c’è solo Google, c’è un altro posto da dove puoi attingere le tue idee: Youtube! Cerca i video più seguiti nel tuo settore e prendi spunto per gli articoli del tuo blog. Oppure cerca le domande sul forum di Yahoo o nei gruppi di Facebook!

 

#4  Gli strumenti da usare per aprire il blog del tuo negozio

Ora vediamo quali sono gli strumenti  da usare al fine di realizzare un blog super esplosivo!

Prima di tutto: è vietato:

Come hai ormai capito devi poter utilizzare all’interno del blog anche strumenti per la raccolta dati e altre funzionalità di marketing. Se usi questi siti che ti offrono strutture per blog amatoriali non potrai farlo. Ricordati che hai un negozio e devi essere professionale e ancor di più “commerciale”, NON stai aprendo un blog per passione.

  • Usa wordpress.org (attenzione .ORG non .COM) installa o fatti installare un sito anche ONE PAGE (costa meno e visto che oggi un negozio deve avere un sito, fallo!) e aggiungi la sezione con i tuoi consigli.
    Se non hai ancora realizzato o fatto realizzare il tuo sito web, tutti i consigli per realizzarlo li trovi nella nostra lezione come creare un sito web per un negozio>>.
  • Se hai già un sito, bene allora puoi farti aggiungere semplicemente questa nuova sezione di consigli.

Inoltre dovrai usare altri due strumenti, che sono quelli rivolti alla raccolta contatti:

  • Strumento per la creazione di  landing page: OptimizePress>>
    Prima di correre a guardare lo strumento, sappi che abbiamo creato un video tutorial ed una guida in pdf che ti farà vedere passo a passo come si crea una landing page. Come creare una landing page e che cos’è>>
  • Strumento per la creazione di un  pop up: (dipende da che sito web hai)
    Un nome nuovo per te? Non sai cos’è il pop-up? Il pop-up è una finestra che appare quando il lettore sta per andarsene dal tuo articolo, con scritta una farse del tipo” Ehi aspetta! Ho una cosa per te etc…”Anche il pop up, come i banner nell’articolo, ha lo scopo di portare il lettore alla landing page o di trasformare subito il lettore in un contatto aggiunto nel tuo database. Con alcuni pop-up puoi inserire il form direttamente al suo interno, come questo esempio:sito-web-per-negozio-form-raccolta-contatto
    Se vuoi più nozioni leggi la nostra lezione su come creare un sito web per il negozio>>

Ricapitoliamo tutto quanto con una grafica: La struttura perfetta del blog per un negozio

Strutturando il blog del tuo negozio come suggerito nella grafica che ho messo dopo al Retail Funnel, potrai pubblicizzarti al meglio. Ad esempio, potrai organizzare delle campagne su Facebook, sponsorizzando l’articolo e quindi creando valore, autorevolezza e trasformando i semplici “mi piace” in un vero contatto.

Ecco che il tuo blog entra a far parte della fase “attrai” ed è quindi un ottimo canale di ingresso per trovare nuova clientela. Infatti un pubblico “freddo” che non ti conosce sarà molto meglio disposto a leggere un articolo di valore e con il tempo diventerai per lui un punto di riferimento, prima online con le tue utili lezioni, e poi offline, perché ritenendoti “autorevole” sarà più sensibile alle tue iniziative e verrà facilmente in negozio a trovarti:

I-clienti-si-comprano---Retail-Funnel

Grazie a Facebook, ai banner inseriti sul tuo blog,  alla landing page e al pop up, riuscirai a a spremere al massimo i soldi investiti nelle tue pubblicità e il pubblico di lettori delle tue lezioni molto spesso si convertirà in contatti raccolti e come hai capito riuscirai a far crescere il tuo database di potenziali clienti.

Blog per un negozio

 

#5  Conosci la SEO? Come usarla?

La SEO (o il SEO) è ciò che permette ad un sito di essere tra le prime pagine dei motori di ricerca. Ti faccio un esempio: Se tu scrivi su google “come lavare un capo in seta”,  vedrai un tot di siti che si sono posizionati in prima pagina.

Per riuscire ad ottenere ciò si dice che un sito dev’essere Ottimizzato per la SEO. Bene dietro questo argomento c’è un modo e non è l’argomento di questa lezione anche perché non è detto che ti serva approfondire.

Vediamo però proprio due indicazioni veloci per avere un’infarinatura sull’argomento.

Intanto possiamo dire che esistono due tipi di SEO:

  1. SEO Geolocalizzato.
  2. SEO generico del “Blog”.

SEO Geolocalizzato.

Si ha quando la categoria di un negozio viene affiancata ad una zona geografica. Ad esempio se un utente cerca su google “negozi di intimo Lugano” i siti che sono nella prima pagina hanno un buon posizionamento geolocalizzato.

Questo tipo di SEO è molto importante per tutti i negozi. Puoi approfondire in questa lezione: Pubblicizzare un negozio si internet>>

SEO generico del “Blog”.

E’ quello relativo a questa lezione perchè in questo caso la SEO viene fatta su delle frasi chiave che non sono collegate ad una zona geografica, vedi gli esempi di prima “come lavare un capo in seta” oppure “I 10 acquari più belli in Europa” etc…

Questo perchè lo scopo è essere primi su google con degli articoli che diano informazioni di valore.

Il fatto è che se fai questo tipo di SEO ti troveranno persone che magari abitano a 1000 km di distanza dal tuo negozio e che quindi non potranno mai venire da te. Così rischi di annacquare le visite al tuo sito e di raccogliere contatti che non reagiranno mai alle tue promozioni, perchè appunto sono troppo lontani.

Ha senso invece fare questo tipo di SEO se hai un e-commerce. E quindi non ti importa della distanza.

Se NON hai un e-commerce concentrati nel scrivere degli articoli di grande valore che poi pubblicizzerai ad esempio con i social, senza preoccuparti della SEO ma sempre ricordandoti di mostrarli ad un pubblico presente nella tua zona.

Aspetta non abbiamo ancora finito! Un ultima cosa da fare con il tuo articolo.

Con il tuo nuovo articolo crea una bella newsletter per i tuoi iscritti, non devi certo dimenticarti dei contatti presenti nel tuo database! Informandoli del tuo nuovo articolo offrirai loro un contenuto interessante e come avrai capito in questo modo diventerai sempre più autorevole ai loro occhi e sempre più il loro punto di riferimento.

Ed ecco che il tuo articolo servirà ANCHE per consolidare il rapporto con i clienti di cui hai già il contatto.

I-clienti-si-comprano---Retail-Funnel

Infine… ti do un’ultimissima dritta e poi passo e chiudo!

Come sai per ottenere il massimo dai tuoi articoli devi riuscire a scrivere in modo convincente! Se vuoi riuscire a creare testi super e che portino il tuo potenziale cliente a lasciarti i suoi contatti o all’acquisto non ti fermare e studia anche il nostro corso avanzato Copywriting per Negozianti>> qui troverai tutte le tecniche e i consigli che ti servono per rendere il tuo Blog una arma commerciale del tuo negozio!

Alla prossima!