“Come inserire il proprio negozio su Google Maps? Quali sono concretamente i vantaggi? E come si fa? “

Fermati un attimo e immagina:

Un utente si trova nella tua città e cerca su Google proprio un negozio come il tuo.

Ti trova? O trova qualcun altro? Hai un sito mobile adatto ai cellulari in modo che possa subito visitarlo con facilità?

Beh, quello del mobile è un altro argomento di cui presto parleremo, ma ora cominciamo a farci trovare online con uno dei metodi più semplici: aggiungendo il tuo negozio su Google Maps in modo da farti trovare dai clienti che già stanno cercando il tuo prodotto.

Come inserire il proprio negozio su Google Maps:

1. Cos’è Google Maps?

Google Maps è il servizio di Mappe e navigazione di Google. Ad oggi il più usato in assoluto è l’applicazione mobile più diffusa. Copre l’intero pianeta e permette, oltre ad ottenere le indicazioni stradali (la funzione per la quale è più conosciuto) di vedere, scoprire, trovare elementi geografici, strade, edifici, luoghi, NEGOZI, ristoranti, hotel, ecc.

Come-inserire-negozio-su-google-maps

In diretta da Riccione

 

Correlati a Google Maps ci sono i servizi:

  • Google Earth (visione tridimensionale della Terra)
  • Street View (visione a livello suolo/strada)
  • Business View (visione interna in 3d delle attività locali, ideale per i negozi).

Quest’ultimo (che è facoltativo) può essere interessante per completare la tua iscrizione a Google Maps, e offrire al cliente un’informazione visiva del tuo negozio. Ecco un esempio:

 

2. Cosa succede se un negozio non è inserito su Google Maps?

Oggi la maggior parte delle ricerche, di qualsiasi tipo, viene effettuata utilizzando un supporto informatico, sia esso fisso o mobile (smartphone, tablet). Quindi è di estrema importanza essere presenti nei risultati dei motori di ricerca in internet.

In questo caso prendiamo come riferimento Google Search (la classica ricerca Google) e Google Maps.

Per un hotel, ristorante o qualsiasi tipo di negozio, che Google definisce come “attività locale”, non curare la propria presenza online, e nello specifico su Maps, vuol dire essere tagliati fuori da una grossa fetta di utenti che non li riuscirebbero a trovare, a contattare, a raggiungere e in poche parole a diventare loro clienti.

Se ad esempio sono a Firenze e ho bisogno di un’erboristeria ma non so dove trovarla, posso cercare su google “Erboristeria” e se il tuo negozio è inserito allora risulterà nell’elenco. Se non è inserito non risulterà.

 

3. Se si inserisce il proprio negozio su Google Maps è possibile attirare più clienti? Come?

Come anticipato prima, Google riesce a mostrare l’attività locale a chi sta effettuando una ricerca, a condizione che questa sia presente in qualche modo. Teniamo conto che non basta pensare “ma ho già il mio sito, mi trovano sicuramente”.

Bisogna rendere esplicita la propria presenza all’interno dei servizi del motore di ricerca e uno di questi è l’inserimento di un negozio su Google Maps.

Ogni persona che ha un bisogno da soddisfare, potrebbe necessitare di te, e quindi essere un potenziale cliente. Il servizio essenziale per dire a tutti che il negozio esiste è inserirlo su Google Maps.

Aprendo prima una pagina di Google Plus Local, con cura si posiziona il puntatore (la goccia rossa) esattamente in corrispondenza della sede, poi bisogna completare le informazioni corrette (dati, numero di telefono, orari, descrizione, sito).

inserire-il-proprio-negozio-su-google-maps-per-attirare-clienti-esempio

Così facendo metto il negozio in condizione di essere trovato da chiunque faccia una ricerca online e raggiunto da chi decida di contattarti (ad esempio con telefonata diretta) o venire in negozio (aiutando il cliente a trovarti con le indicazioni stradali generate automaticamente dal navigatore in base alla posizione).

A seconda della completezza della pagina, dei dati che inserisci e della pertinenza con la ricerca, il tuo negozio potrebbe comparire anche se non ricercato direttamente (ovvero anche se il potenziale cliente non scrive il nome del tuo negozio, ma ad esempio solo la categoria merceologica).  E comparendo insieme ad altri risultati, il possibile cliente potrebbe preferire te ad un tuo concorrente.

 

4. Cosa un negozio dovrebbe inserire su Google Maps?

Le informazioni vanno inserite che il negozio dovrebbe inserire per essere riconoscibile e per farsi trovare su Google Maps sono:

  • Nome completo del negozio, senza ragione sociale e senza località. Sconsiglio l’aggiunta “di <nome titolare>”. Meglio non avere troppe parole.
  • Indirizzo completo, con via, numero civico, cap, città e provincia
  • Numero di telefono, con prefisso internazionale!
  • Categoria a cui appartiene l’attività
  • Indirizzo del sito internet. Non indispensabile, ma altamente consigliato.
  • Orari di apertura, fondamentali!
  • Descrizione del negozio, dei servizi, del titolare, dei prodotti, ecc.
  • Le foto tue e del negozio.
  • Business View

A seconda della categoria dell’attività possono essere proposte delle voci aggiuntive, come ad esempio la distanza coperta da un servizio di consegna a domicilio o assistenza.

 

5. Come funzionano le recensioni su Google Maps? E perchè sono importanti?

Anche qui troviamo la sezione “recensioni”.

Un cliente può lasciare una recensione riguardo il tuo negozio, scrivendola direttamente sulla pagina, e corredandola di un giudizio fino a 5 stelle. Per un negozio è estremamente importante avere delle recensioni.

Queste concorrono alla classifica dei risultati delle ricerche Google, compaiono subito vicino ai dati della scheda del negozio, che vengono proposte e danno subito l’idea all’utente della qualità percepita dell’attività.

Proprio per questo Google premia i negozi con le recensioni, perchè è una garanzia per il cliente. Di conseguenza farà trovare più facilmente la tua scheda con tutti i tuoi dati.

Se hai un negozio di abbigliamento per bambini a Milano, la concorrenza è alta e saranno in tanti i negozi iscritti a Google Maps, ecco che Google premia quelli con il maggior  numero di recensioni positive. Come? Facendoli vedere per primi.

 

6. Come inserire il proprio negozio su Google Maps: IL PASSO A PASSO in Video

  1. Prima devi aprire un profilo Google My Business. Accedi a https://business.google.com
  2. In alto a destra clicca su Start Now ed accedi con il tuo account Gmail
  3. Segui le istruzioni a schermo che ti guideranno nella configurazione del profilo Google My Business del tuo negozio, attraverso l’inserimento di informazioni come indirizzo, tipo di attività, numero di telefono, ecc.
  4. Terminata la compilazione dei dati bisognerà passare per un processo di verifica (da effettuarsi una sola volta), richiedendo un PIN via cartolina cartacea o telefonata.
  5. All’arrivo della cartolina torna sul profilo Google My Business e inserisci il PIN dove richiesto.
  6. Una volta verificato, il profilo del tuo negozio sarà visibile su Google Maps e inizierà a comparire nei risultati delle ricerche Google.

Inserire il tuo negozio su Google Maps è un’altro passo per creare la tua visibilità che ti aiuterà a farti trovare dai nuovi clienti. E’ un pezzo del puzzle della fase “ATTRAI” che compone  le 3 Fasi per incrementare le vendite in un negozio.

Alla prossima!

Fabio Faccin
Esperto Facebook & Google Ads

Studia, agisci, misura, migliora!

P.s. A volte capita anche questo:

Oggi tra gli iscritti Club della Scuola è nata una questione interessante da parte di una negoziante:
Maria ha rilevato un negozio che esisteva da 30anni, ma sposandolo di sede.

La vecchia proprietaria però non ha eliminato la sua scheda su Google Maps e non si degna neanche di dare gli accessi a Maria in modo che possa continuare a gestirla e a tenerla aggiornata. Così Maria ha aperto una nuova pagina e si è inserita in Google Maps, ma alcuni clienti vedono prima la vecchia pagina e vanno nella sede sbagliata del negozio.

Cosa fare? Come si può eliminare una pagina fuori uso se non si è i proprietari? Se sei anche tu in questa situazione sappi che puoi segnalare una sede chiusa o trasferita a Google.

  • Negoziante indipendente, tocca a te 🖊️
Il tema di oggi è la collaborazione con altri negozianti 🙏

Ne hai mai fatta una?
Ci racconti com'è andata?

👉 Le collaborazioni tra negozianti (in gergo co-marketing) sono un argomento che si sta cominciando a sentire echeggiare nell’aria. Anche se in realtà sono secoli che i negozi lo fanno. Gli è stato dato solo un nome più figo!

Delle diverse modalità di collaborazione e di tutti i vantaggi, ne abbiamo parlato anche in uno dei nostri corsi.
Si tratta di una strategia in cui più negozi si uniscono per creare un’iniziativa (piccola o grande che sia).

✅ Si sa, l’unione fa la forza.

🚫 E non si deve cadere nel tranello del “se porto persone ad un altro negozio, sottraggo potenziali clienti a me”.

🤫 Shhhh… non dirlo a nessuno, ma il co-marketing ti consente non solo di aumentare la visibilità del tuo negozio, ma anche di spartire e spalmare i costi (pubblicitari, organizzativi, ecc.)
In genere la regola è quella di collaborare con colleghi che trattano prodotti complementari ai tuoi oppure i cui clienti sono in target con i prodotti che vendi.

👉 Giusto per farti un esempio, se hai un’erboristeria, potresti fare co-marketing con un negozio di abbigliamento in fibre naturali.

In questo caso i vostri clienti hanno gli stessi interessi: salvaguardia dell’ambiente, amore per la natura, ecc. 🌱

Per chi non sapeva cosa fosse il co-marketing, ecco svelato il mistero 🕵️

Per chi invece l’ha già fatto, sotto coi commenti, siamo curiosi di sapere com'è andata 💥

 #clientoschool #commericanti #negozio #negozianti #negoziantiilluminati #negoziodiquartiere #puntovendita #compralocal #unionefalaforza
    51 18
    🚨 La maggior parte dei negozianti pensa di vendere prodotti o servizi, EPPURE questo pensiero è totalmente sbagliato e oggi i clienti se ne accorgono. Non solo, oggi i clienti sentono “puzza” dei negozianti così e cambiano strada.

Di cosa sto parlando? 😱

😐 Guarda il video ed evita a tutti i costi di cadere nella stessa trappola.

#clientoschool #commericanti #negozio #negozianti #negoziantiilluminati #negoziodiquartiere #puntovendita #compralocal
    141 23
    🚨 C’è una cosa che fa la totale differenza sui risultati del negozio ed è la risposta alla domanda:

“Ti comporti come se giocassi in serie A o in serie B”?

🔥 Sembra banale, ma non lo è. Se ti alzi la mattina per puntare al massimo livello, ecco che cresci ogni giorno. Tu diventi un negoziante migliore e il tuo negozio cresce con te.

Se invece non ci metti le energie e la testa di chi vuole arrivare in alto, forse sembrerà più comodo, ma in realtà sarà tutto più difficile.

❤️ DOMANDA: Tu in questo momento ti senti di giocare in Serie A o in Serie B? Perché… c’è un gruppo di negozianti che fa squadra ogni giorno e che ogni giorno spinge verso l’eccellenza… è il NIClub, trovi il link in BIO: Negozianti Illuminati Club

 #clientoschool #formazioneprofessionale #commercianti #negozianti #negoziantiilluminati #retailers #negozio #puntovendita #crescitapersonale #pensieripositivi #saveretail
    143 6

     

  • Cliento School
    error: Il contenuto è protetto!
    ×