Idee per il Logo di un negozio: tutti i consigli per realizzarlo al meglio

.Ricordo che un po’ di tempo fa un negoziante si rese conto che il suo logo somigliava troppo al logo della concorrenza, ovvero a quello di una famosa catena di giocattoli.

Questo nuoceva molto alla sua immagine, perché molto spesso veniva associato o paragonato sempre alla famosa catena.

Ti ho voluto raccontare questa piccola storia perché voglio farti capire come sia importante avere, anche per un negozio indipendente, un logo ben studiato.

In questa lezione sulle “idee per il logo di un negozio” scoprirai che la grafica è l’ultima parte su cui ragionare.

Prima di pensare all’estetica devi fare delle ricerche.

E grazie a questa lezione avrai tutto l’occorrente per valutare e pianificare un logo degno di un negozio che passerà alla storia.

Iniziamo!

*Questa è una lezione del corso gratuito creato per aiutarti ad aprire il negozio con il piede giusto. Per vedere l’indice clicca qui: Come aprire un negozio >> 

#1 Cosa fare prima di far sviluppare delle idee per il logo di un negozio

Purtroppo quando si sta per aprire un negozio, c’è molta confusione sull’utilità del logo.

Molti pensano solo all’estetica di questo, concentrandosi per renderlo il più bello possibile ai propri occhi senza poi conoscerne realmente le logiche da applicare prima di far sviluppare il logo.

Diversi negozianti, pensano che utilizzare immagini complesse basti per dare vita a un logo originale, in realtà non è così, se vuoi che questo sia ben studiato e realizzato devi prima fare un’adeguata valutazione della concorrenza.

Se realizzi un logo senza prima studiarne i dettagli e carpirne le funzioni, alla fine, ti ritroverai con un immagine priva di senso e quindi con un negozio del tutto anonimo.

6 Cose da fare prima di pensare a delle idee per il logo di un negozio:

Se stai per aprire un negozio di certo non vorrai che il tuo logo rimanga anonimo e sconosciuto, quindi prima di chiamare il grafico, devi essere a conoscenza di alcuni elementi chiave, che poi dovrai far presente a chi lo realizzerà, per riuscire a ottenere un logo perfetto.

  • Il logo deve comunicare l’identità del tuo negozio e parlare al target, chi è il tuo target? Se hai studiato il corso gratuito “Vinci la concorrenza tra negozi” sai già di cosa parlo.E’ indispensabile farlo, il logo è solo la punta dell’ iceberg rispetto a ciò che imparerai attraverso questo corso gratuito.
  • Il logo deve contenere la tagline che faccia capire da subito di cosa tratti (per riuscire a trovare la tagline giusta per il tuo negozio segui la lezione Brand per il negozio >>. In questo modo riuscirai ad entrare più facilmente nella testa delle persone.
  • Scegli bene il nome per il tuo negozio, se sei completamente indeciso ti consiglio di leggere i nostri consigli nella lezione Come scegliere il nome del negozio >>. Ricordati il nome è importante per non cadere mai nel banale o nel difficile.
  • Pensa ad un colore che ti identifica e che si allontani da quello della concorrenza.
    Facciamo un esempio estremo, se hai un negozio per bambini e il tuo concorrente più vicino ha un logo rosa e azzurro, allora devi evitare di usare questi colori. Certo però che devi comunque trovare un colore che parli ai bambini quindi di certo non userai il nero ma ti concentrerai su altri colori pastello.
  • Fai una ricerca su internet e seleziona alcuni loghi che ti piacciono per lo stile, non importa se non sono del tuo settore, servono per dare un’idea al grafico di quello che più ti attira.

Studiando tutti questi elementi, potrai rivolgerti al grafico con le idee più chiare.

#2 Da cosa è composto un logo di un negozio?

Il logo, non è una semplice immagine, presa e piazzata sull’insegna del tuo negozio, come avrai capito è molto importante invece realizzare le idee per il logo di un negozio con precisione e metodicità.

Per fare ciò devi anche sapere quali sono le parti che compongono un logo, in questo modo potrai accertarti che il grafico te ne realizzi uno perfetto.

Da cosa è composto un logo:

  • pittogramma: il simbolo che dovrà essere riconoscibile anche se usato da solo. Molti loghi non hanno questa parte, però avere un pittogramma darà maggiore forza al tuo logo e maggiore riconoscibilità.
  • Il nome del negozio
  • La tagline: una frase che racchiude l’identità del negozio, meglio se breve, chiara ed esplicita. Non deve essere una frase creativa, deve dire cosa fai e cos’è il tuo negozio senza troppi giri di parole.
  • Il colore principale: scegli quello adatto al tuo negozio, sarà quello su cui dovrai puntare per farti riconoscere.

#3 Idee per il logo di un negozio: quali sono le più efficaci e quali sono le più distruttive!

Abbiamo notato, che c’è molta confusione tra i negozianti che ci seguono, su quali siano i loghi adatti per un negozio, molti infatti, alla fine sopraffatti da questa confusione scelgono dei loghi che non sono tali, e che non sono né funzionali né utili all’immagine del negozio.

Per farti capire meglio il concetto voglio riportarti alcuni esempi reali.

Esempio di un non logo:

idee per il logo di un negozio sbagliateQuesta è un immagine che è stata usata come logo, ma non è degna di essere chiamata così.

Vedi com’è complesso? Difficile da usare, privo di carattere e senza un colore identificativo.

Se proprio vuoi usare un pavone allora questo è il logo giusto da usare:

idee per il logo di un negozioVedi che differenza rispetto al primo?

Questo è ingegnoso, richiama il concetto del pavone, in modo originale senza utilizzare un’immagine piena e complessa.

Inoltre questa immagine ha un colore che la identifica che la rende al contempo unica e semplice.

Ed è questa semplicità ti permetterà di giocare più facilmente con il tuo logo anche nel tuo negozio.

Ma a cosa serve veramente un logo?

Il logo non è solo un simbolo una mera immagine da mettere sull’insegna, il logo deve trasmettere tutti i parametri che ti ho già elencato, dev’essere ben realizzato, deve mettere in risalto l’immagine del tuo negozio.

I punti che ti ho già citato sopra, sono solo una parte del logo.

Questo per funzionare dev’essere sfruttato per brandizzare tutto ciò che ha a che fare con la grafica dalle shopping bag, alle etichette dei tuoi prodotti alle grafiche che userai su Facebook.

Tutte queste grafiche devono essere coordinate in modo da riprendere sempre il logo o un elemento dello stesso.

Vuoi vedere un esempio di cosa intendo con il poter giocare con il tuo logo anche in negozio? 

Ecco un esempio di logo per un negozio e guarda attentamente ogni singola immagine fino alla fine:

idee per il logo di un negozio
Ti ha sorpreso il finale vero?

Ecco anche tu devi poter giocare in questo modo, come vedi il rapporto tra logo e negozio non si ferma ad una semplice insegna.

Ma va ben oltre, è un martello pneumatico che continua a battere. 

L’importanza del logo dipende da COME lo usi.

Per questo non ha senso fare una riflessione superficiale di “bello o brutto”, ma devi pensare “Con questo logo quanto ci posso giocare?

Ti faccio un’altro esempio di un logo efficace, questa volta senza il pittogramma:

idee per il logo di un negozio
Nota come anche senza avere un pittogramma questo logo riesce a brandizzare la confezione.

Quindi se decidi di usare solo il nome ricordati che devi dire al grafico di trovare una particolarità nel font che ti permetta di sfruttare il logo per rendere il più riconoscibile possibile il tuo brand.

Ricordati che devi sempre differenziarti dalla concorrenza.

Ora voglio sapere: cosa ne pensi si questo logo per una gioielleria?

Rifletti bene, dopo tutto quello che ci siamo detti….

idee per il logo di un negozio

Allora ci hai pensato?

Rispetto al primo esempio del pavone almeno questo possiamo definirlo logo, ma sicuramente è un logo bocciato.

Lo sai perché?

E’ banale, ci sono milioni di gioiellerie che usano il classico diamantino nonostante non puntino nemmeno sugli anelli di fidanzamento.

E poi oltre ad essere già visto e senza un briciolo di fantasia, è ancora più anonimo a causa del colore, che mortifica ancora di più il logo.

Ora ti faccio vedere un logo che sicuramente da un’identità al brand di un gioielleria.

idee per il logo di un negozio

By Designbolts

Ed ecco come questo logo ti permette di giocare con il negozio:

idee per il logo di un negozio

Jewerly Store Identity

Ora dimmi, se vedessi questa shopping bag in giro, non identificheresti subito il negozio a cui appartiene il logo?

idee per il logo di un negozio

Jewerly Store Identity

Perché è a questo che servono le shopping bag.

A farti notare da tutti quelli che sono in giro e che quando la vedono in mano ad una tua cliente pensano: ehi, quel logo lo riconosco!

E’ così che entri nella testa delle persone facendo grafiche che riprendono il logo e che si ripetono ovunque, così tanto da farti riconoscere da tutti!  

Ora guarda l’effetto che ha su un manifesto in strada:

idee per il logo di un negozio

Jewerly Store Identity

Passiamo ad un’altro esempio, guarda come nella sua semplicità riesce a dare vita al suo brand questo logo per un negozio di giocattoli:

idee logo per un negozio
Capisci ora cosa intendo con pensa a quanto puoi giocare con il tuo logo?”. 

Devi riuscire ad utilizzarlo per buste, carta regalo, biglietti da visita, pubblicità e insegna, solo se lo sfrutti in questo modo il logo può essere efficace al 100%.

Quindi quando andrai da un grafico, digli esattamente cosa vuoi e come vuoi usare il tuo logo.

Fagli vedere degli esempi in modo che capisca lo scopo.

Non solo.

Fai vedere il tuo logo anche a chi si occupa del tuo arredamento

In modo che possa creare qualche richiamo, proprio come le foto di prima della gelateria con il logo a “bocca”, hai notato gli interni di quel negozio?

E i quadretti che ha usato?

Richiamavano tutti il suo logo principale, che dire un arredamento perfettamente in linea con l’identità del negozio.

A proposito di richiamare il logo nell’arredamento, guarda cosa ha fatto Timberland.

Guarda come usa il suo albero per brandizzare alcuni dei suoi negozi, rendendoli riconoscibili da lontano:

idee per il logo di un negozio

Timberland Westfield

Ora questo è un esempio dispendioso, ma riprende al meglio il concetto di brand.

In chiave low cost, tu puoi pensare di dare un tocco in più al tuo negozio realizzando:

Nastri personalizzati ed etichette che riprendono il tuo logo, puoi dipingere le mura utilizzando il colore principale del tuo logo etc…

Insomma una volta scelto, questo potrà diventare un simbolo onnipresente che porterà a tutti i clienti a ricordarsi di te e del tuo negozio.

Guarda ad esempio questo logo di un negozio di accessori per donna:

idee per il logo di un negozio
La chiave di un logo sta nella semplicità

Perché chi lo vede deve ricordarlo subito, inoltre più è semplice più riuscirai ad utilizzarlo facilmente in ogni ambito.

Perché di loghi di negozi ne vedo molti, e tanti negozianti commettono l’errore di creare un logo troppo pieno e troppo complicato che poi diviene anche difficile da utilizzare per brandizzare il negozio.

Ora che hai visto diversi esempi, useresti questo logo per una gelateria?

idee per il logo di un negozioSpero che la risposta sia no…Infatti, come puoi notare tu stesso, questo logo è troppo complesso.

Adesso che hai tutte le informazioni hai sicuramente compreso come è importante studiare bene cosa si vuole prima di correre a realizzare un logo.

Bene sei pronto, hai tutte le informazioni per parlare con un grafico e realizzare un logo perfetto per il tuo negozio!

#4 Come scegliere un grafico per il logo e cosa fargli fare!

Prima di andare dritto dal primo grafico che trovi, cerca almeno cinque grafici differenti.

Poi guarda il loro portfolio, cosicché potrai subito vedere come lavorano e che loghi hanno realizzato.

Mentre guardi il portfolio, cerca almeno due loghi che ti facciano rimanere basito e dire “Ma dai che spettacolo! Che genio!”.

Se non li trovi, allora non selezionarli, perché se non ti attira nessun logo, vuol dire che non è quello il grafico che fa per te.

Inoltre, ricordati di cercare nel loro portfolio loghi che siano belli ma al contempo semplici.

Se ci sono troppi fronzoli e immagini troppo complesse, anche in questo caso, cerca un grafico più adatto a realizzare il logo del tuo negozio.

Purtroppo è pieno di grafici che si improvvisano.

Ora sai come valutarli.

Guardare il loro portfolio e i loro lavori, ti farà capire come lavora, e se è realmente un esperto del settore.

Lascia stare anche i professionisti che oltre al logo dicono di saper fare anche sito web, marketing etc…

Vuol dire che la loro attività principale non è la grafica, ma che sono dei tuttofare improvvisati e che quindi non sono dei veri esperti.

Siti Utili per la creazione del logo:

Se non conosci grafici della tua zona puoi affidarti a siti che raggruppano diversi professionisti, eccone alcuni:

Logo pro >>

Best Creativity >>

Mentre se vuoi anche grafici internazionali può cercare qui:

Upwork >>

Oppure cerca persone specifiche e richiedi il preventivo, ma prima controlla sempre il loro portfolio:

Logo esclusivo >>

Cosa devi fare insieme al grafico:

  • preparare il materiale che ti ho descritto nella prima parte, in modo da far capire cosa vuoi trasmettere attraverso il logo.
  • Dagli delle indicazione per lo stile, con degli esempi e digli quali sono i simboli del tuo settore in modo che può trarne ispirazione.
  • fatti fare 3 prove differenti in bianco e nero, così sei sicuro che il logo sarà semplice.Queste 3 prove non sono i loghi definitivi ma solo il primo passo per scegliere il “concetto” il così detto “format” da andare poi ad approfondire e sistemare.
  • Scegli il logo format e fatti fare diverse varianti
  • una volta scelto il logo finale fatti fare delle diverse prove con il colore
  • fatti fare le prove grafiche correlate per vedere come usare il logo per:il biglietto da visita, la shopping bag, il nastro, un cartellino ed una prova per la vetrofania o l’insegna esterna del negozio.Quasi sempre i grafici preparano queste prove correlate per la carta intestata, o le t-shirt ma tu hai un negozio e ti servono altre prove.
  • Una volta selezionato il logo definitivo fatti lasciare il logo nel formato vettoriale e anche in png sia colorato che in bianco e nero.
  • Fatti lasciare anche il font (il carattere del testo) che ha usato per la tagline e per il nome del negozio, così potrai usare lo stesso font anche per il sito o altre grafiche. Le tue pubblicità saranno sempre coordinate.

Mantieni il contatto con il grafico

In modo che potrai man mano fargli brandizzare ciò che serve.

Come ad esempio i cartellini, la cartolina per l’invito all’inaugurazione del negozio etc…

Ma anche le grafiche da usare su Facebook come la copertina.

Inoltre puoi farti realizzare diverse tipologie di grafiche in base alle festività su cui vuoi puntare in modo che potrai cambiarle facilmente.

Fatti una check list con tutto quello che ti serve e inizia con le più importanti.

Ecco, infine, alcuni siti per trovare loghi da cui prendere spunto:

Stocklogos >>

Brandcrowd >>

Pinterest >>

Oppure cerca su Google: trend logo + data (es. trend logo 2016)

Importante!

Lavorare bene su questo aspetto trasformerà un negozio anonimo in un negozio super, degno di essere definito un brand.

Puoi anche essere un negozio individuale, ma se ti comporti da brand allora non dovrai avere paura della concorrenza. Le persone ti ameranno.

Punta all’eccellenza e non avere fretta.

Alla prossima!

 

2017-05-31T14:36:42+00:00
  • Paolo

    Bellissimo articolo!
    Paolo.

    • Elena e Roberto

      Grazieeeee!!!!
      Ne siamo felici :-) :-) :-)