ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in verticale, gira il tuo tablet/smartphone.

ATTENZIONE: Il sito è ottimizzato per una visione in orizzontale, gira il tuo tablet/smartphone.

Se hai bisogno di fare un “restyling” per creare un’atmosfera più coerente con l’identità del tuo negozio di abbigliamento o se devi arredarlo da zero per l’apertura, allora questa lezione è fatta su misura per te.

Qui si parla appunto d’idee per arredare un negozio di abbigliamento.

Se hai letto le lezioni precedenti sai già che l’arredamento non è solo questione di gusto personale, ma è uno strumento che concorre ad aumentare le vendite e può attirare o respingere un certo tipo di target.

Se vuoi ripassare questi concetti, vai alla lezione sui 6 consigli d’oro per arredare il tuo negozio >>

Ti ricordo che l’arredamento di un negozio di abbigliamento deve coinvolgere a tal punto il cliente-target da fargli pensare: “Ecco! Questo è il posto giusto per me!”

Hai mai pensato seriamente al tuo cliente target, al suo stile di vita e alle sue abitudini e preferenze? Se la risposta è NO allora prima di pensare all’arredamento leggi attentamente la lezione Vinci la concorrenza tra negozi >>

Sono Adriana Genro, architetto appassionata del mio lavoro: l’interior design per Negozi.

Dal 2006 a oggi ho coordinato tantissimi progetti di negozi in Italia e all’estero per importanti brand di moda come Canali, Simonetta Ravizza e M Missoni.

L’arredamento del tuo negozio deve essere studiato per coinvolgere il tuo cliente. E sicuramente i mobili “funzionali” proposti dall’impresa di arredamento NON ti aiuteranno in questo…

Certo, l’arredamento funzionale ti serve per lavorare meglio. Ma per distinguerti dalla concorrenza, in particolare dai brand più commerciali, per farti scegliere dai clienti e acquisirne di nuovi, per soddisfarli e per farli tornare… ci vuole ben altro!

Ci vuole un’identità differenziante anche nell’arredamento.

Ci vuole un ambiente centrato sulle emozioni e sui desideri del cliente…

In un Negozio di abbigliamento è fondamentale che l’arredamento avvolga a 360° il cliente in target e rispecchi l’identità del negozio.

Ti mostrerò qui di seguito alcuni casi studio centrati sull’argomento, con delle idee pratiche e originali che ti aiuteranno in questo divertente compito!

#01 COME ARREDARE UN NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO NEL MODO GIUSTO

Facciamo un esempio pratico su cosa vuol dire arredare un negozio di abbigliamento nel modo giusto: facciamo finta che tu abbia un negozio che vende abiti da donna dallo stile romantico…

Gli abiti in vendita nel tuo negozio sono delicati e ricchi di dettagli come fiori, pizzi e fiocchi. Sono abiti dai tessuti sfumati e trasparenti, prevalentemente dai colori pastello.

Ti stai facendo già un’idea sul tipo di cliente che è alla ricerca di un prodotto del genere?

Nei due casi studio che ti farò vedere i prodotti in vendita sono esattamente gli abiti appena descritti.

Ora andiamo a scoprire come l’arredamento può essere giusto o sbagliato…

Quando l’arredamento è bello, ma NON comunica l’identità del negozio

Sono spesso in giro per negozi a osservare, capire e fotografare l’arredamento, le vetrine, l’illuminazione, i camerini e tante altre cose che riguardano il mio mestiere.

In una di queste occasioni ho scattato la foto sotto, proprio nel quadrilatero della moda milanese.

Boutique Abbigliamento – Foto Adriana Genro

Conosco molto bene questo brand, è da un po’ di tempo che lo tengo sott’occhio proprio perché si percepisce una forte contraddizione tra la tipologia di prodotto e l’arredamento dei punti vendita.

Tutte le collezioni di questo brand, dedicato alle donne, hanno una forte identità: sono romantiche, spesso usano dei colori pastello e tanti decori, come i fiori ricamati.

Hey, aspetta un attimo prima di continuare, c’è una cosa di cui vorrei parlarti. Si tratta di un segreto che è rimasto “sommerso” per anni, e pur essendo una cosa tanto antica, per la maggior parte dei proprietari di negozi appare come una cosa nuova. Presta attenzione a questa frase:

Più cresceranno le tue competenze e maggiori saranno i risultati del tuo negozio.

Pensaci bene, se hai fatto la giusta esperienza nel mondo del retail hai già capito quanto è profondo questo concetto, l’importanza della conoscenza è una verità che esiste da migliaia di anni eppure oggi sembra che in molti vadano solo di corsa senza una direzione.

Ma tu ovviamente sei diverso, perché se sei qui e stai leggendo queste righe significa che sei già orientato a sviluppare le tue competenze, quindi non fermarti, fai un passo avanti, puoi iscriverti gratuitamente alla Cliento School e dare inizio ad un vero percorso,

sarai costantemente aggiornato sulle più avanzate strategie e sulle nuove meccaniche per la gestione del negozio, così in un mondo in continuo cambiamento le tue competenze saranno sempre al passo: vieni a sbirciare la pagina di iscrizione, ci vogliono pochi secondi, iscriviti adesso »

L’arredamento dei punti vendita va invece nella direzione opposta: è prettamente maschile, dall’out-fit total black e/o total white:

Boutique abbigliamento – Fonte Goole

Facciamo una breve analisi:

  • Arredamento: le appenderie hanno forme aggressive, taglienti, fredde. I tavoli hanno una forma futuribile;
  • Decorazioni: inesistenti;
  • Colori: nei punti vendita prevalgono il bianco e il nero, colori tipici dei negozi dallo stile Minimal.

Questo brand probabilmente spenderà molte risorse in strategie di marketing per attrarre i clienti in target, perché l’arredamento proprio non svolge questo compito…

Un’idea di arredamento per abiti dallo stile romantico

Boutique Hip-Hop – Retail design blog

Boutique Hip-Hop – Retail design blog

Dalle foto sopra si capisce che il prodotto in vendita in questo negozio sono abiti femminili dallo stile “romantico”.

  • Arredamento: le forme sono tutte curve, addolcite dalle gole luci poste lungo i controsoffitti e dietro agli specchi. L’arredamento rimanda alla bellezza dei petali dei fiori, alla soavità e al romanticismo classico della ROSA;
  • Decorazione: è costituita dalla ripetizione di tendaggi e da rose dipinte sul soffitto o usate come texture nelle pareti;
  • Colori: il colore di questo negozio non poteva che essere il rosa-cipria!

Per di più, nonostante l’area vendita sia relativamente piccola i passaggi sono larghi e comodi.

Stessa strategia usata nei camerini: la scelta progettuale è stata quella di avere meno salottini prova – ma più ampi – invece di avere tanti camerini stretti, che per provare gli abiti sarebbero stati scomodissimi.

Questo è un esempio di come arredare un negozio di abbigliamento per attrarre il target di riferimento e rafforzare l’identità differenziante dell’attività.

#02 IDEE PRATICHE E CREATIVE PER ARREDARE UN NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO

Idee semplici e “fai da te”

Per chi deve arredare un negozio in modo pratico e veloce, come un temporary shop ad esempio, bisogna scegliere la strada più veloce e meno costosa.

Questa è la foto di un’appenderia fatta con una scala!

Appenderia “fai da te” – Fonte Pinterest

In questo negozio invece troviamo tante strisce colorate che decorano in modo divertente la parete di sfondo dell’appenderia.

Appenderia negozio – Fonte Pinterest

E in questa foto la parete di un negozio di abbigliamento da uomo è stata decorata con tanti tappezzerie colorate.

Appenderie dalle forme curve

L’importante è trovare un’identità differenziante, non importa se le curve sono in orizzontale o in verticale. La scelta sta a te!

Appenderia curva 1 – Fonte Pinterest

Appenderia curva 2 – Fonte Pinterest

#03 IDEE DI FORTE IMPATTO PER UN NEGOZIO DAVVERO “WOW” A COSTI CONTENUTI

Negozio Piccino – Retail design blog

In questo negozio di abbigliamento per bambini si è giocato tutto l’arredo sulla grafica accattivante.

I costi dell’arredamento in questo caso sono contenuti: non ci sono materiali nobili o lavorazioni costose.

E il risultato è davvero ottimo, l’effetto ottenuto è davvero “WOW”!

Boutique Annie Aime – Retail design blog

Anche in quest’altro esempio l’arredamento ha un’identità molto differenziante.

Le appenderie hanno forme geometriche irregolari e sono tutte freestanding, cioè riposizionabili.

Ma la notizia più bella è che sono tutte di serie, cioè molto meno costose di quelle fatte su misura da un’impresa di arredamento.

L’idea di questo negozio di abbigliamento è quella di creare un ambiente flessibile che può essere facilmente configurato per accoglierne eventi legati al mondo dell’arte.

Infatti l’atmosfera ottenuta è un mix tra un’opera d’arte dal colore audace e fluido in contrasto con la geometria delle appenderie e la materialità delle pile di mattoni.

L’arredamento del negozio riflette l’attenzione per la diversità nella moda e per il mondo dell’arte.

È molto importante capire in che direzione andare prima di spendere alcune migliaia di euro per un arredamento carino ma fine a se stesso.

Mi riferisco ai mobili forniti dall’impresa di arredamento generiche, che del marketing sensoriale del tuo negozio non ne sanno proprio niente…

E si perchè a differenza delle altre attività un negozio, come ti insegna anche la Cliento School, deve sfruttare il marketing sensoriale e l’arredamento ti aiuta in questo.

Quindi a volte conviene spendere poche centinaia di euro prima per una consulenza con un esperto per avere un negozio pianificato per colpire il tuo cliente target.

Oltre a questo beneficio, il progetto fatto da un esperto ti farà spendere sicuramente meno anche per l’arredamento.

Per oggi è tutto, a presto!

Adriana Genro

PiùStore – Interior design per negozi

Cliento School